Toyota bZ4X: presentato il Suv elettrico

Toyota al Salone di Shanghai ha mostrato il progetto del bZ4X, il nuovo Suv elettrico che molto probabilmente arriverà sul mercato intorno alla metà del 2022.

0
242
Nuova Toyota bZ4X
Toyota ha presentato il Suv elettrico bZ4X.

Toyota ha scelto il Salone di Shanghai per mostrare al mondo il progetto bZ4X, il nuovo Suv elettrico atteso al debutto per la metà del 2022. La nuova vettura è frutto della collaborazione con Subaru, ed anche il none non è stato scelto a caso. Infatti richiama il piano “Beyond Zero” che l’azienda giapponese intende continuare a sviluppare nel segno dell’abbattimento delle emissioni inquinanti. Durante la presentazione di Toyota bZ4X, la casa automobilistica nipponica si è limitata ad anticipare soltanto alcuni dettagli del nuovo modello.

Innanzitutto sappiamo che si basa sulla piattaforma e-TNGA, quella che viene utilizzata da Toyota per tutte le sue vetture elettriche. L’aspetto estetico richiama quello tipico dei Suv tradizionali, anche se il frontale è chiuso. I fari sono a Led e appaiono piuttosto sottili, mentre laddove si trova la classica griglia, la società giapponese vi ha impiantato i sensori per gli Adas. Inoltre il veicolo sarà dotato di una piattaforma per la ricarica con energia solare che servirà per migliorarne l’autonomia.

Le prime informazioni su Toyota bZ4X

Le prime notizie ufficiali fornite dal costruttore giapponese sulla Toyota bZ4X si soffermano sugli interni che sono stati progettati per garantire una certa ergonomia. Per questo motivo troviamo il monitor della strumentazione digitale sopra al volante ed in una posizione maggiormente avanzata, allo scopo di consentire al conducente la massima visibilità.

Il sistema infotainment invece è costituito da un grande display del quale, però, non sono state ancora svelate le funzioni. Al momento non si sa nulla dei propulsori del Suv elettrico. Sicuramente monterà due motori elettrici, uno all’anteriore e l’altro al posteriore, consentendo così anche la presenza della trazione integrale.

Toyota non si è sbottonata nemmeno sull’autonomia del suo nuovo modello ad emissioni zero, e si è limitata a ricordare che l’obiettivo è quello di avere una vettura affidabile in fatto di prestazioni e con una lunga durata anche quando le temperature sono più basse.

Toyota GR86: l’atleta si rinnova da cima a fondo

Invece si sa che la Toyota bZ4X avrà il sistema steer-by-wire, con lo sterzo che non sarà direttamente collegato alle ruote per fornire una maggiore precisione alla guida. Il volante sarà simile a quello della nuova Tesla Model S, infatti permetterà all’automobilista di non muovere le mani tutt’intorno al volante in curva, allo scopo di migliorare la comodità per il guidatore.

Commenti