Torino – Spunta la condanna per razzismo per Matteo Salvini. Vicenda risalente al 2009

0
325

Matteo Salvini sarebbe stato condannato per razzismo: spunta una vicenda risalente al 2009.

A poche settimane dalle elezioni regionali in Emilia Romagna, che potrebbero risultare decisive per la tenuta dell’attuale Governo PD-5 Stelle, Matteo Salvinicontinua la sua campagna elettorale in favore del candidato di centro-destra Lucia Borgonzoni (stasera l’ex Ministro dell’Interno è a Rimini) A turbare il leader della Lega in questi giorni potrebbe essere una notizia pubblicata da ‘Cronaca Qui‘.

Matteo Salvini condannato per razzismo: ecco la vicenda del 2009

salvini condannato razzismo

Secondo quanto riportato dal quotidiano torinese, Salvini nel 2009 sarebbe stato condannato per razzismo e multato di 5.700 euro per aver intonato cori contro i napoletani alla festa della Lega Nord a Pontida. L’ex Ministro dell’Interno avrebbe, secondo tale sentenza, violato la legge Mancino, cioè quella che punisce chi si macchia di azioni discriminatorie. Tale condanna sarebbe arrivata per mezzo di un decreto penale, da cui è scaturita una sanzione pecuniaria, senza passare dal processo. Per questo della sentenza non si avrebbero mai avute notizie.

Il fatto svelato da ‘Cronaca Oggi’ è inserito nel filone del processo contro Salvini per vilipendio alla magistratura, in corso proprio a Torino. Il video, girato nel luglio nel 2009, ha fatto il giro di tutte le televisioni e ha messo un po’ in imbarazzo il ledaer del Carroccio, che successivamente ha sempre cercato di scusarsi con il popolo napoletano, riducendo il tutto a dei semplici sfottò di stampo calcistico. La legge Mancino, che nel 2018 la Lega aveva proposto di abolire, punisce chi “chi propaganda idee fondate sulla superiorità o sull’odio razziale o etnico, ovvero istiga a commettere o commette atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here