Top 10 libri per un’economia più green

0
116

Lottiamo con la nostra devastante dipendenza dai combustibili fossili. Questi libri riflettono su alcuni dei modi in cui possiamo adottare uno stile di vita più sostenibile. Sono libri che ci danno un’idea di come possiamo rendere l’economia più green spesso con poco sforzo.

Quali sono i libri per un’economia più green?

Per un anno, dal 2007 al 2008, un gruppo di economisti e ambientalisti britannici si sono riuniti col coordinatore Colin Hines. Si incontravano regolarmente in un appartamento di Londra e hanno iniziato a redigere un piano per la trasformazione dell’economia globale dalla sua dipendenza dai combustibili fossili. Hanno chiamato quel piano il Green New Deal (GND) per riecheggiare le politiche finanziarie e ambientali di trasformazione dell’amministrazione Roosevelt del 1933-45 negli Stati Uniti. Era basato sulla comprensione che l’economia e l’ecosistema sono strettamente integrati. E che per proteggere l’ecosistema abbiamo bisogno di trasformare radicalmente il capitalismo rapace di oggi in un’economia più green.

L’evoluzione del Green New Deal

Quando il rapporto è stato pubblicato nel 2008, Lehman Brothers era crollata, e la crisi finanziaria ha eclissato l’appello per il New Deal verde. Ma nel 2018 un gruppo di Justice Democrats statunitensi ha visitato la Gran Bretagna e ha tenuto incontri con vari gruppi allineati con la campagna di Jeremy Corbyn, compresi quello di cui che erano membri i fautori del GND. Al loro ritorno negli Stati Uniti hanno incoraggiato Alexandria Ocasio-Cortez ad adottare la GND come base della sua campagna congressuale per sfidare un potente democratico di Wall Street a New York. Nel frattempo, il Labour for a Green New Deal è stato fondato nel Regno Unito, e ha incoraggiato Corbyn a mettere una politica climatica coraggiosa al centro del programma del partito.

The Case for the Green New Deal

Nel 2019, Verso ha pubblicato The Case for the Green New Deal, un libro in cui si espongono le politiche economiche necessarie se le forze progressiste vogliono realizzare questa audace trasformazione del sistema capitalistico. Mentre c’è un crescente consenso intorno all’urgenza per il GND, c’è ancora molto da fare per contrastare la propaganda di coloro che alimentano i fuochi del riscaldamento globale. Ecco perché i libri sono così importanti per creara un’ecnomia più green.

Steady State Economics di Herman E Daly (1977)

Pubblicato più di 40 anni fa, questo libro è arrivato molto prima dell’attuale conversazione intorno alla crisi climatica. Ma Daly ha fatto argomenti che sono vitali per capire la nostra situazione attuale. Ha fatto una distinzione tra risorse rinnovabili e non rinnovabili, e ha fatto un caso per modi sostenibili e decentralizzati di organizzare la società.

La corruzione del capitalismo di Guy Standing (2017)

Standing sostiene che due gruppi sono centrali nel capitalismo contemporaneo. Da un lato, ci sono le crescenti file del “precariato”, composto da lavoratori con contratti precari. E poi, dall’altro, c’è la classe dei rentier, che fanno i loro soldi riscuotendo l’affitto dei beni che controllano. È l’élite imprenditoriale che ha creato e approfittato della crisi climatica, e questo libro è una buona guida per capire come la classe rentier si arricchisce a spese degli altri.

I limiti della crescita (1972)

Uno studio influente e controverso, questo rapporto per il Club di Roma ha cercato di modellare diversi scenari per vedere come una forma di vita sostenibile potrebbe essere raggiunta dall’umanità. Ha preso in considerazione cinque diversi aspetti: popolazione mondiale, industrializzazione, inquinamento, produzione di cibo ed esaurimento delle risorse. Ci sono state molte critiche al libro, ma rimane prezioso per pensare a come possiamo adattare il sistema estrattivo e distruttivo con cui ancora viviamo.

The Money Makers di Eric Rauchway (2015)

Il New Deal di Roosevelt è stato un’ispirazione per l’investimento espansivo, guidato dallo stato, che ho sostenuto nel mio lavoro. Il libro di Rauchway è un eccellente resoconto di come FDR ha raggiunto il suo impressionante rilancio dell’economia statunitense. Potrebbe riguardare l’economia, ma lo rende interessante anche per chi non è un economista. Racconta una storia emozionante su come Roosevelt dimostrò che i suoi detrattori si sbagliavano, e come l’economista britannico John Maynard Keynes fornì le idee che erano centrali per il suo programma di trasformazione. Tony Blair ha notoriamente detto che “si potrebbe anche discutere se l’autunno debba seguire l’estate” piuttosto che cercare di resistere alla globalizzazione. Ma con il crescente movimento intorno al clima, c’è un riconoscimento che la globalizzazione non da benefici alla gente comune. Il libro di Hines mostra come si possono creare comunità locali e autosufficienti, e argomenta contro il mondo globalizzato taglia-e-incolla che è diventato sempre più pervasivo da quando il suo libro è stato pubblicato nel 2000. Non sembra brillante raccomandare i libri dei propri colleghi, ma questo è davvero il miglior libro su un argomento davvero importante.


Edo Ronchi racconta “La transizione alla green economy”


Burning Up: A Global History of Fossil Fuel Consumption di Simon Pirani (2018)

Pirani considera il fatto che, di tutto il combustibile fossile che abbiamo consumato, più della metà è stato bruciato negli ultimi 50 anni. Quando si tratta di spiegare come ciò sia accaduto, egli respinge gli argomenti che si basano sulla crescita della popolazione o sul consumismo. Dice che è stato guidato dai sistemi sociali ed economici. Uno strumento essenziale per comprendere il consumo di combustibili fossili in termini di interessi acquisiti che ne hanno beneficiato.

Perdere la Terra: The Decade We Could Have Stopped Climate Change di Nathaniel Rich (2019)

Può essere scioccante vedere da quanto tempo l’élite economica e politica conosce la realtà della crisi climatica. Rich racconta bene questa storia vergognosa, mostrando come i poteri che sono avrebbero potuto agire decenni fa se avessero voluto – ma hanno scelto di non farlo. Un utile promemoria di quanto sia essenziale la pressione popolare per spingere i governi ad agire.

Un pianeta da vincere: Perché abbiamo bisogno di un New Deal verde (2019)

Questa è una guida persuasiva e accessibile su come un GND potrebbe essere realizzato. Mentre potrebbe essere rivolto principalmente agli Stati Uniti, ci sono molte lezioni per il Regno Unito su come possiamo ridurre l’industria fossile, costruire un’economia basata su posti di lavoro di alta qualità nelle industrie verdi e fornire un trasporto pubblico di alta qualità che è gratuito da usare.

Questo cambia tutto di Naomi Klein (2014)

In uno dei libri più influenti che siano stati pubblicati sulla crisi climatica, Klein mostra che semplicemente non c’è modo che la crisi climatica possa essere risolta attraverso un capitalismo deregolamentato. E lei giustamente posiziona il sud globale e le comunità indigene come la prima linea nella battaglia sul clima, chiamando alla solidarietà internazionalista globale che dobbiamo abbracciare se vogliamo avere successo.

Planet on Fire di Mathew Lawrence e Laurie Layborne-Langton

Questo libro aiuta a capire come la crisi climatica si relaziona con le altre sfide pressanti che stiamo affrontando. Inquadrando la situazione in termini di disuguaglianza globale che alimenta il capitalismo globale estrattivo, e le sue radici nel colonialismo, Lawrence e Layborne-Langton mettono questo squilibrio di potere al centro della loro analisi. Ciò permette loro di offrire alcune risposte valide su come potremmo risolvere le nostre crisi interconnesse.

Commenti