Tokyo tra passato e futuro: la città è sempre più “green”

0
160
Tokyo tra passato e futuro

Tokyo tra passato e futuro: è una città piena di vita, famosa per il suo futuristico paesaggio urbano, ma soprattutto considerata una vera e propria capitale “green”, in quanto ogni angolo della città presenta un oasi oppure un parco. Detto questo, andiamo alla ricerca dei posti più suggestivi di Tokyo.

Un giardino nel cielo?

La capitale giapponese è stata quasi rasa al suolo durante la seconda guerra mondiale: ma con la stessa velocità con cui è stata distrutta è poi stata ricostruita. Oggi, conta quasi 14 milioni di abitanti e Tokyo è considerata una delle città più popolate al mondo. Ogni centimetro quadrato è ottimizzato per la vita nella città, ma nonostante la scarsità di spazio, le autorità locali hanno permesso alla natura di vivere e prosperare. Uno degli esempi più iconici? Il Meguro Sky Garden, situato su un tetto al di sopra dell’incrocio fra due grandi autostrade. Centinaia di alberi, aree giochi, un orto e un giardino tipico giapponese.

Un punto di riferimento per la popolazione

Gli spazi verdi a Tokyo, non sono solo decorativi, ma hanno funzioni ben precise: contribuiscono a proteggere la biosfera e forniscono agli abitanti della città luoghi dove rilassarsi. Alcuni luoghi si possono addirittura convertire in aree di rifugio in caso di disastro naturale. Kazuhiko Aoyama, direttore della pianificazione e il coordinamento della politica verde della città metropolitana di Tokyo, dice: “La vegetazione dell’area metropolitana di Tokyo ricopre circa il 52 per cento del totale. Se ci limitiamo ai 23 quartieri del comune di Tokyo, ne rappresenta circa il 24 per cento. Abbiamo creato nuove aree verdi, per esempio parchi o spazi verdi fra gli edifici, e abbiamo lanciato diverse politiche per aumentarne il numero”.

Fra passato e futuro

Tokyo è ricca di storia, impegnata a rinnovarsi senza mai dimenticare il passato. Daikanyama, a Shibuya, è una zona trendy, dove troviamo il progetto Log Road, uno spazio pubblico di recente costruzione situato lungo quello che un tempo era il percorso di una linea ferroviaria. Il direttore del progetto, Tomotsuna Sasaki, afferma: “Questo progetto è nato perché volevamo un luogo dove chiunque potesse venire in qualsiasi momento della giornata e in qualsiasi stagione. Quando l’abbiamo ideato, la cosa più importante che abbiamo considerato è come adattarlo all’area, come dargli un’atmosfera locale. Così abbiamo utilizzato la vecchia linea ferroviaria per creare un percorso pedonale”.

Commenti