Toilette sudcoreana trasforma gli escrementi in energia e valuta digitale

0
273

L’uso di questa toilette sudcoreana può pagare il caffè o comprare banane in un’università. Qui rifiuti umani vengono utilizzati per aiutare ad alimentare un edificio.

Come funziona la toilette sudcoreana?

Cho Jae-weon, un professore di ingegneria urbana e ambientale all’Ulsan National Institute of Science and Technology (UNIST), ha progettato una toilette ecologica. Questa collegata a un laboratorio utilizza gli escrementi per produrre biogas e letame.
La toilette BeeVi, nome composto dalle parole ape e visione, utilizza una pompa a vuoto per inviare le feci in un serbatoio sotterraneo, riducendo l’uso di acqua. Lì, i microrganismi scompongono i rifiuti in metano, che diventa una fonte di energia per l’edificio. Alimentano una stufa a gas, una caldaia ad acqua calda e una cella a combustibile a ossido solido.

Com’è nata l’idea della toilette?


Se pensiamo fuori dagli schemi, le feci hanno un valore prezioso per produrre energia e concime. Ho messo questo valore in circolazione ecologica“, ha detto Cho. Una persona media defeca circa 500 g al giorno, che possono essere convertiti in 50 litri di gas metano, ha detto l’ingegnere ambientale. Questo gas può generare 0,5 kWh di elettricità o essere usato per guidare un’auto per circa 1,2 km (0,75 miglia). Cho ha ideato una moneta virtuale chiamata Ggool, che significa miele in coreano. Ogni persona che usa la toilette ecologica guadagna 10 Ggool al giorno. Gli studenti possono usare la moneta per comprare beni nel campus, dal caffè appena fatto agli spaghetti istantanei, alla frutta e ai libri. Gli studenti possono prendere i prodotti che vogliono in un negozio e scansionare un codice QR per pagare con i Ggool. “Avevo sempre e solo pensato che le feci fossero sporche, ma ora sono un tesoro di grande valore per me”, ha detto lo studente Heo Hui-jin. “Parlo addirittura di feci durante i pasti per pensare di comprare qualsiasi libro io voglia”.