Time’s Up: cultura generale e divertimento in un unico gioco – recensione

Time's Up è un gioco che mette in scena la cultura generale ma anche la sinergia fra giocatori! Ecco la nostra recensione per un gioco fra i più divertenti.

0
582

Time’s Up è uno dei giochi più popolari degli ultimi anni, il quale cavalca da un lato la passione per vari tipi di artisti, da un altro l’amore per la cultura e chi la crea e da un altro ancora l’interesse per personaggi del gossip. Il risultato di questi particolari innesti è un gioco che, tramite più turni e modalità molto divertenti, comanda ai giocatori di indovinare svariati personaggi famosi, di tutte le tipologie: da Paris Hilton a Rita Levi Montalcini, da Christina Aguilera a Carlo Conti, chiunque abbia conosciuto la fama per qualsiasi motivazione può far parte di questo gioco – o almeno di una delle sue espansioni.

Time’s Up: le regole in breve

Time’s Up prevede l’utilizzo di carte con su scritti i nomi dei personaggi famosi (due per carta) e di una clessidra che quantifichi la durata di un turno. I giocatori si organizzano in squadre in base al numero di partecipanti, e sempre in base a questo criterio di distribuisce un numero differente di carte. Ogni carta è bicolore: un personaggio sarà mezza zona blu, uno nella zona gialla; all’inizio del gioco si sceglie con quale squadra giocare e si mantiene la scelta fino a fine gioco. All’inizio, ogni giocatore riceve le carte ed esclude due personaggi a sua scelta; le carte sono poi mescolate insieme e si giocano i 4 turni. Alla fine, tutti i punti accumulati si sommano e vince la squadra che ne ha di più. Di seguito un rapido excursus dei 4 punti.

  • PUNTO PRIMO: ogni giocatore deve far indovinare i personaggi che pesca alla sua squadra, non potendo mai passare al successivo se non riesce a farne indovinare uno. Generalmente in questo punto si spiega chi è il personaggio, ma qualora non si sappia chi è si può sempre tentare di farne indovinare nome e cognome con altri escamotage. Qualora il personaggio abbia un nickname indicato tra parentesi va bene anche indovinare solo quello.
  • PUNTO SECONDO: Si gioca sempre con le carte del turno precedente, ma ora si può dire una ed una sola parola per far indovinare ogni singolo personaggio: va bene qualsiasi cosa, a patto che si tratti di un’unica parola qui e nei prossimi turni sono disponibili infiniti passo.
  • PUNTO TERZO: Sempre le stesse carte vanno fatte indovinare facendo i mimi: anche qui si può dare libero sfogo alla fantasia. Si possono emettere suoni ma non vere e proprie parole.
  • PUNTO QUARTO: Dopo I mimì viene il momento delle pose plastiche, il giocatore dovrà stare immobile in una determinata posizione che faccia capire di quale personaggio si stia parlando.

Valutazione del gioco

Time’s Up non è solo un gioco che permette di mettere in scena tutte le proprie conoscenze nel campo della cultura generale, ma anche di sfruttare in maniera fantasiosa esperienze vissute con i propri amici o di divertirsi nello scomporre in modi divertenti i nomi più assurdi di eventuali personaggi. La possibilità di far indovinare praticamente in ogni modo i nomi dei VIP in questione è assolutamente stimolante, spesso incredibilmente divertente, ma soprattutto gli step successivi permettono davvero di far uscire la parte più divertente ed estroversa di ciascuno di noi, dando quindi luogo ad un divertimento che pochi giochi da tavola possono assicurare. Imparare a memoria i nomi di tutti i VIP inclusi nel gioco richiede davvero molto tempo, e qualora quel tempo passi beh… ci sono sempre le espansioni!

GIOCO DIVERTENTE: ASSOLUTAMENTE SI
GIOCO IMPEGNATIVO: QUEL TANTO CHE BASTA PER DIVERTIRSI
GIOCO FRUIBILE IN TANTI: SI, MAX 12
GIOCO FRUIBILE IN POCHI: NO
GIOCO SCONSIGLIATO SOLO A CHI NON HA NEANCHE UN BRICIOLO DI CULTURA GENERALE

LEGGI ANCHE LA RECENSIONE DEL GIOCO DA TAVOLA DIXIT

Commenti