TikTok: revocato “temporaneamente” il divieto in Pakistan

0
357
TikTok:

Un tribunale provinciale ha revocato il divieto di TikTok in Pakistan. In Pakistan è la terza volta che la popolare piattaforma viene bloccata a causa di contenuti discutibili. L’app ha promesso di migliorare la moderazione. La società ha affermato di aver già cancellato oltre 6 milioni di video ritenuti “indecenti” in un Paese molto conservatore.

Il Pakistan revoca il divieto a TikTok?

La popolare piattaforma di social media TikTok è tornata operativa in Pakistan da oggi dopo che un tribunale provinciale di Sindh ha revocato “temporaneamente” il divieto. Tuttavia, il tribunale ha ordinato alla piattaforma di prendere in considerazione i reclami secondo cui ospita contenuti discutibili. Dopo l’annuncio di un funzionario dell’autorità pakistana per le telecomunicazioni, gli utenti hanno confermato che la piattaforma funziona di nuovo. Gli alti funzionari del Pakistan sono però apparsi scontenti dalle decisone del tribunale. Il ministro dell’Informazione, Fawad Chaudhry, ha twittato: “Sono sconcertato dopo aver letto il verdetto sulla sospensione di TikTok”.

La censura del governo pakistano

La Pakistan Telecoms Authority (PTA) ha bloccato l’accesso a TikTok lo scorso giovedì per la terza volta dopo una sentenza di un tribunale del Sindh del 28 giugno a favore di un cittadino che accusava la piattaforma di condivisione di un video per promuovere oscenità. I sostenitori della libertà di parola hanno criticato a lungo la dilagante censura del governo e il controllo di Internet e dei media pakistani. Il nuovo divieto di TikTok era stato condannato dai numerosi fan della piattaforma in Pakistan, molti dei quali lo utilizzano per commercializzare prodotti. I critici dell’app invece la accusano di promuovere contenuti volgari o che evocano comunità LGBTQ.

TikTok promette di migliorare la moderazione

TikTok era già stato chiuso due volte in Pakistan a causa di presunti video “indecenti”. La piattaforma ha promesso di migliorare la moderazione. La società ha dichiarato di aver rimosso più di sei milioni di video in tre mesi in Pakistan. Circa il 15% dei video rimossi riguardava “nudità di adulti e attività sessuale”.


Pakistan, autorità bloccano l’applicazione TikTok