Thomas Fincke: la matematica della Geometria Rotundi

0
344

Thomas Fincke è un fisico e matematico danese, della seconda metà 1500 e prima parte 1600. Inoltre, l’attività dell’insegnamento accademico diviene tra le caratteristiche note del fisico, che esercita per oltre sessant’anni. Nel 1583, Fincke raggiunge il successo in campo matematico, con l’opera Geometria Rotundi. Di fatto, il libro spiega nei dettagli gli elementi delle funzioni trigonometriche, con altre annessioni analitiche e di proprietà, tra cui tangenti e secanti.

Thomas Fincke: quali sono le opere di successo del matematico?

Thomas Fincke nasce a Flensburgo il 6 gennaio 1561 e decede a Copenaghen il 24 aprile 1656. Tra le opere di successo dello studioso, ci sono: Geometriae rotundi libri XIIII, Horoscopografia, De constitutione philosophiae mathematicae, De Hypothesibus astroitronomicis, De Constitutione Medicinae, De Peste ed altre. Di fatto, il matematico nell’elaborazione degli scritti a carattere fisico, matematico, geometrico inserisce delle spiegazioni sulle funzioni trigonometriche.

A fronte di ciò, Fricke sviluppa il significato delle funzioni circolari, ovvero elabora le funzioni goniometriche. In realtà, lo studio matematico del docente danese percorre le proprietà dell’osservazione e comprensione dei fenomeni geometrici. Inoltre, Fricke tratta l’analisi dell’ampiezza angolare, delle figure geometriche. Quando avviene l’osservazione di un triangolo, dagli studi emerge in diversi modi l’angolazione, della relativa ampiezza goniometrica o circolare.

A seconda delle gradazioni angolari è possibile studiare la distinta ampiezza. Tuttavia, gli sviluppi trigonometrici dei triangoli, si presentano in differenti forme ed estensioni. Anche le funzioni di un angolo sono elementi basilari per lo studio delle figure geometriche, con delle differenze.

Mentre, seguono le proprietà dei fenomeni matematici, che necessitano di modelli definiti, con l’aggiunta anche di applicazioni. A ragion per cui, l’aiuto grafico geometrico evidenzia le tipologie di funzioni trigonometriche o circolari. Ecco i concetti geometrici di: cerchio unitario, serie infinite, equazioni differenziali, rapporti tra lati di un triangolo, numeri complessi.

La storia delle funzioni circolari

Durante l’epoca dei Babilonesi inizia lo studio della geometria trigonometrica, attraverso le ricerche di analisi dei matematici della Persia, India e Grecia. Inoltre, esistono le funzioni circolari come significato di nozioni base, in rapporto con le identità delle stesse. Ma le definizioni precise sull’argomento sono da intendere come identità trigonometriche. Attraverso i triangoli rettangoli, l’identificazione degli angoliavviene con l’adiacenza dei relativi lati.

Lo stesso per altre tipologie di triangoli, sia per i lati identici o differenti. Ciò nonostante, l’importanza della trigonometria pone l’attenzione sul Teorema di Carnot. Consegue la dimostrazione del Teorema di Pitagora, dove avviene la divisione di due triangoli rettangoli, nella stessa figura geometrica. A fronte di ciò, nel caso in cui l’angolo non risultasse compreso tra i lati del triangolo, la figura geometrica non è unica.

La morte

Il matematico danese decede a Copenaghen il 24 aprile 1656, all’età di novantacinque anni.

Commenti