In una scena musicale britannica molto prolifica nel lanciare nuovi artisti ma più nella sfera pop che negli altri settori dell’universo musicale, i The Sherlocks costituiscono un baluardo all’interno della nuova generazione di artisti per quel rock/indie che in passato era spesso considerato come il genere musicale più “british” in assoluto. Il quartetto ha pubblicato il proprio album di debutto “Live For A Moment” nel 2017, riuscendo a raggiungere la no.6 nella classifica album britannica ed a guadagnarsi il ruolo di opener durante un tour europeo di Liam Gallagher: risultati di prim’ordine per un lavoro ben lontano dalle mode degli ultimi anni. A distanza di due anni, il gruppo ha appena pubblicato il singolo “NYC (Sing It Loud)”, e sembra proprio che il loro genere di riferimento sia rimasto lo stesso.

Con un ritmo sostenuto ma non troppo rapido ed un’interpretazione avvolgente ed accattivante, “NYC (Sing It Loud)” possiede una carica rock che sa essere forte e delicata nel contempo, nel pieno del più classico stile brit-rock. La voce del frontman del gruppo è caratterizzata da un timbro perfetto per queste sonorità, capace di aggiungere la giusta dose d’energia al beat, ed anche il lavoro dei musicisti è decisamente buono: come in tutte le band come si deve, ciascuno fa il suo dovere per garantire la buona riuscita della traccia. Di seguito l’audio del brano.

“NYC (Sing It Loud)” non è uno stand-alone single: si tratta infatti del primo brano estratto dal secondo album del gruppo, “Under Your Sky”, in uscita il prossimo 4 ottobre via Infectious/BMG. Secondo quanto dichiarato dal gruppo, i temi del disco saranno completamente diversi rispetto a quelli del precedessore: se in “Live For A Moment” si parlava delle sofferenze di gioventù, in “Under Your Sky” ci saranno brani che vogliono costruire un ponte fra giovinezza ed età adulta, fra l’esuberanza tipica dei ragazzi e la maturità a cui si spera di arrivare nella fase successiva della vita.

L’album sarà pubblicato non soltanto sotto forma di CD ed in tutti gli stores e servizi streaming digitali, ma anche sotto forme più vintage: vinile, cassetta ed addirittura un vinile blu in edizione limitata, con una copertina differente rispetto a tutte le altre versioni. Il gruppo vuole che il suo pubblico si aspetti brani che, pur derivando da esperienze personali, risultino universali, possano analizzare ciò che accade nelle vite di noi tutti fra attimi di disperazione, attimi di riflessione sulla propria vita amorosa, momenti in cui si ci ritrova senza più ambizione alcuna. L’appuntamento è quindi fra 3 mesi: un tempo abbastanza lungo, in cui potremmo anche aspettarci un altro singolo.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here