The Mentalist: Patrick Jane legge attraverso le bugie

0
2316
THE MENTALIST è stata una serie televisiva statunitense prodotta tra il 2008 ed il 2015 ed andata in onda per sette stagioni e 151 episodi. Negli USA è stata trasmessa sul network CBS, mentre in Italia è passata in prima visione prima sul canale Joy (stagioni 1-4) e poi su Premium Crime (stagioni 5-7).

Come nasce The Mentalist?

Creato da Bruno Heller, è un classico serial poliziesco americano, con protagonista un personaggio che collabora con le forze dell’ordine grazie alle sue qualità sensitive, altra caratteristica cara a molte serie statunitensi a cui piace fare largo uso di personaggi del genere. Infatti la trama col tipo col dono di “leggere la mente” si è vista molto spesso in questo ultimo decennio (vedesi The Listener, Mental, Lie To Me, ma tanti altri ce ne sono).

I titoli della seria The Mentalist

Curiosità della serie riguarda i titoli degli episodi, i quali fino all’ottavo della sesta stagione è di avere in ciascuno il termine “red” (“rosso” nella versione italiana); tutto ciò è un rimando diretto al nome del serial killer villain dello show, ovvero Red John (in originale, mentre in italiano è conosciuto come John il Rosso). Nella versione italiana nei titoli viene sempre inserita la parola “rosso”, anche quando nel titolo originale si trovano altri termini. A partire dal nono episodio della sesta stagione i titoli contengono ciascuno il nome di un colore diverso, cosa che avviene anche nella versione italiana.

Trama della serie The Mentalist

La serie racconta la storia del fascinoso Patrick Jane, che diviene consulente del CBI per dare la caccia a John il Rosso, serial killer che gli uccise moglie e figlia quando lui era un sensitivo di lavoro (data la sua dote per la quale non gli sfugge nulla, particolarità che lo rende estremamente utile alla squadra di poliziotti con cui collabora). Il team con cui si trova a lavorare, e con il quale instaura un importante legame, è composto da Teresa Lisbon (capo dal particolare rapporto con Jane), l’uomo tutto d’un pezzo Kimball Cho, l’impacciato e simpatico Wayne Rigsby, e la brava e bella Grace Van Pelt. Il genere è il classico poliziesco in cui in ogni episodio c’è un caso diverso da risolvere, ma contestualmente c’è una storia principale che si snoda lungo tutte le stagioni.
The Mentalist ha avuto un importante seguito di pubblico, strappando rinnovi di stagione che sono andati ben oltre le speranze iniziali. Molto del merito va sicuramente all’interpretazione di Simon Baker (ottimo nel suo ruolo, attore con buon cv cinematografico, e noto al piccolo schermo anche per The Guardian), e anche degli altri protagonisti, volti già visti in tv quali: Robin Tunney (Prison Break), Tim Kang, Owain Yeomam, Amanda Righetti, Emily Swallow e Rockmond Dunbar (Soul Food, Prison Break).
Serie tv dal giudizio senz’altro positivo, ha avuto anche qualche discreto riconoscimento a livello di premi vinti.
Commenti