Thailandia: un viaggio in Asia, tra risaie e villaggi buddhisti

0
673

In Asia la Thailandia, tra le destinazioni turistiche più ambite per spiritualità e maestosità delle strutture architettoniche, di templi e palazzi colossali. Di fatto, il luogo sfoggia la ricchezza di decorazioni, che rappresentano il Buddhismo e la sua storia. Inoltre, il connubio tra tradizione e modernità, che accoglie folle di visitatori tutto l’anno. A fronte di ciò, come mete da visitare: Bangkok, Phuket, Krabi, Ko Samui, Isole Koh Phi Phi, Pattaya.

Thailandia: quali sono le sue caratteristiche?

Nel Paese, una superficie di oltre 513.000 kmq e quasi 70.000.000 di abitanti, poi i confini con Birmania, Laos, Malaysia, Cambogia. Come sistema politico, la monarchia parlamentare con il regnante Rama X ed il primo ministro Prayut Chan – o – cha. Come lingua ufficiale il thailandese e la moneta e valuta in circolazione il bath thailandese. Nota anche come Siam, appunto nome originario del Paese fino al 1939, poi l’odierna denominazione di Thailandia.

Dal 1980 al 1990, l’evoluzione industriale apporta alla Regno thailandese, delle trasformazioni economiche e presto diviene una delle principali potenze del Sud – Est asiatico. Di fatto, consegue il successo per il Paese sul Pacifico, nei settori cardine dell’economia di turismo, export e manifatturiero. Per quanto riguarda l’aspetto climatico, in prevalenza di tipo tropicale e generalmente con la stagione secca, oppure fredda. A tal proposito, nell’area peninsulare prevalgono temperature calde per l’intero anno, a differenza della parte continentale, dove oltre al clima tropicale perdura anche quello monsonico.

Thailandia: Bangkok

Come capitale della Thailandia ecco Bangkok, una città che stupisce i turisti per i rumori e la folla. Qui, i viaggiatori si possono immergere nell’atmosfera asiatica, con la visita del Palazzo Reale e del tempio del Buddha di Smeraldo. Poi, lo stupore dei visitatori, che entrano nella scenografia di numerose aree del palazzo storico. Altre mete culturali, tra le più richieste, per la spettacolarità dei luoghi: Wat Arun, Wat Pho, Kao San Road, il Monte d’Oro, la Chinatown, il mercato di Chatuchak, il distretto del Siam.  

A ragion per cui, nel tempio buddhista di Wat Arun, una torre al centro del Palazzo Reale, che si compone di preziose decorazioni e statue. A Khao San Road, una zona della capitale con numerosi negozi e ristoranti per i turisti. Mentre Wat Pho rappresenta uno dei templi più popolari, di Bangkok e sfoggia il Buddha statuario sdraiato, che misura più di 40 metri.

Da qui, il Monte d’Oro, ovvero un tempio su di una collina con un panorama della città. In quanto a Chinatown, un quartiere sovraffollato con infiniti negozi e segue il mercato di Chatuchak, che con i suoi 1500 stands rappresenta il mercato più vasto dell’Asia. Da non perdere anche la visita al distretto del Siam, che comprende una rete di centri commerciali, appunto l’area più famosa per lo shopping a Bangkok.

Thailandia: Phuket

Nell’area meridionale della Thailandia, l’isola più estesa del Paese ed appunto Phuket. Qui, ogni tipo di attività avviene sul lato orientale dell’isola, nei pressi di Patong. A fronte di ciò, la possibilità dei turisti di scegliere tra locali e discoteche a Bangla Road, oppure di rimanere in relax sulla spiaggia, con ogni confort. Se il luogo risultasse troppo affollato, la scelta per delle spiagge più tranquille, come Kata e Nai Harn. Per gli sportivi, a Phuket la pratica di molte attività, di cui: l’arrampicata su roccia, l’inner tubing, il kit – surf, il 4×4, le immersioni subacquee ed il parapendio.  

Krabi

Sempre nel Mare delle Ardenne e di fronte a Phuket, ecco Krabi, una zona costiera con panorami surreali. Ma, oltre alla bellezza del paesaggio, anche un’area storica e religiosa, ricca di templi. Per oltre 1000 scalini, il colosso buddhista della Caverna della Tigre, che regala dalla cima, la vista del territorio circostante. Nella città di Khao Kanab Nan, le caratteristiche rocce carsiche, con la forma di chele di granchio ed il tempio bianco di Wat Kaew. Per i turisti più coraggiosi, il percorso nella foresta tropicale del Parco Nazionale di Khao Phanom Bencha.

Le Isole Koh Phi Phi

Tra Koh Lanta e Phuket, l’arcipelago di Koh Phi Phi, uno dei luoghi spettacolari della Thailandia. Qui, la pellicola cinematografica The Beach, con Leonardo di Caprio sulla spiaggia di Maya Bay, nella fascia Sud del Paese. Ma per i danni del turismo di massa sull’ecosistema, la conseguenza di duri provvedimenti e la chiusura della spiaggia dal 2018. Durante le vacanze, i turisti possono comunque ammirare la spiaggia dalla gita in barca, per una giornata. Un’altra isola a Koh Phi Phi Don, con le attività sportive a grande richiesta di: sci nautico, snorkeling, wakeboard, immersioni subacquee e paddle boarding. Per gli alloggi, ampia scelta tra hotels e per il divertimento notturno, la vivacità del luogo.

Koh Samui e Pattaya

Come seconda isola Koh Samui, la più grande del Paese nel Golfo thailandese. Tutta la zona attira folle di vacanzieri, che apprezzano il relax delle spiagge ed i panorami incantevoli. Per le visite turistiche, il Tempio del Grande Buddha e la cascata di Na Muang, che sono le attrazioni più gettonate. Mentre a circa 200 km dalla capitale, il villaggio di Pattaya, sulla spiaggia thailandese e l’area turistica che ospita prevalentemente gli amanti della vita notturna.

Poi, la camminata lungo la Pattaya Walking Street, ovvero una zona pedonale con numerosi negozi caratteristici. Oppure, la visita al Santuario della Verità, nella costruzione in legno e le diverse statue come ornamento. Sempre a Pattaya, la scelta dei vacanzieri di rimanere in spiaggia o di addentrarsi nelle meraviglie del giardino botanico di Nong Noon e del Mercato galleggiante.