Texas (Usa) – Madrigna uccide bimba di 6anni a colpi di cintura

0
501

“L’ho colpita sei volte, una per ogni anno della sua vita” avrebbe detto Jessica Bundren agli attoniti agenti di Bryan, in Texas. La piccola era è già morta quando sono arrivati i soccorritori.

Una bimba di 6 anni è stata picchiata per avere fatto la pipì a letto. In seguito è stata trovata morta. La piccola è stata ripetutamente colpita con una cintura borchiata per mano della matrigna di 40 anni, Jessica Bundren. Non è chiaro se sia morta subito dopo essere stata picchiata o qualche ora dopo.

Picchia la figliastra con la cintura: la bimba muore 

Il dramma martedì sera: l’ambulanza e gli agenti della polizia di Bryan, capoluogo della contea di Brazos, in Texas, sono arrivati sul posto dopo una chiamata. La bimba era sul pavimento con un lenzuolo che la ricopriva. Esanime, piena di lividi su volto, sulle braccia e anche sul resto del corpo.

Alcuni lividi risalivano a tempo prima, segno che probabilmente era stata picchiata già in passato. Il suo cuore aveva smesso di battere e i medici non hanno potuto far altro che constatarne la morte.

La donna in un primo momento ha raccontato che la bimba era caduta dalle scale, e ha detto che stava respirando l’ultima volta che l’aveva controllata. Ha anche detto di averla costretta a dormire sul pavimento dopo che aveva bagnato il letto: avrebbe anche detto alla polizia che non sapeva perché la piccola avesse smesso di respirare.

Durante una perquisizione della casa, le forze dell’ordine però hanno trovato una cintura con borchie di metallo corrispondenti alle ferite che avevano causato la morte della bambina. Dopo un lungo interrogatorio ha ammesso di aver punito la bimba colpendola ripetutamente con la cintura: “L’ho colpita sei volte, una per ogni anno della sua vita”. Accusata di lesioni su un minore, è stata trasferita in prigione nella Contea di Brazos: cauzione fissata a 150mila dollari.