Texas: gli elettori hanno sempre meno fiducia in Abbott

0
230
TTexas: giudice federale blocca legge sull’aborto

In Texas gli elettori hanno sempre meno fiducia nel governatore Greg Abbott. Il calo si è verificato soprattutto negli elettori che si identificano come indipendenti. La maggior parte dei texani ha affermato che lo Stato sta “andando nella direzione sbagliata”.  Il Texas è sotto i riflettori per le numerose controverse decisioni intraprese dai legislatori.

Gli elettori texani hanno ancora fiducia nel governatore Abbott?

Secondo un sondaggio del Texas Policy Project dell’Università di Austin, il tasso di approvazione del governatore del Texas, Greg Abbott, sta diminuendo. Il motivo? La maggior parte dei texani afferma che lo Stato è “sulla strada sbagliata”. Il sondaggio, pubblicato giovedì scorso, ha rivelato che il 41% degli elettori texani approva il lavoro svolto da Abbott, rispetto al 50% che afferma di disapprovare le prestazioni lavorative del governatore. Inoltre, il sondaggio mostra che il 52% degli elettori ha affermato che lo Stato sta andando nella direzione sbagliata, il peggior dato dal 2008.

Dai dati emerge anche che l’approvazione del lavoro di Abbott è diminuita tra i democratici. Tuttavia, si può notare che è diminuita in modo più significativo tra gli elettori indipendenti. Il 30% degli elettori che si identificano come indipendenti hanno infatti affermato di approvare il lavoro svolto dal governatore Abbott, in calo rispetto al 41% di giugno. Anche tra i repubblicani si è verificato un calo, seppur minimo. L’approvazione di Abbott è infatti scesa dal 77% al 73%.  

Il Texas è sotto i riflettori nazionali

Il calo del tasso di approvazione di Abbott arriva mentre lo Stato è sotti i riflettori nazionali per una serie di problemi. Il governatore è stato criticato per la sua gestione della pandemia di coronavirus. Abbott ha infatti firmato divieti sui mandati di mascherine in mezzo ad una nuova ondata di infezioni. Inoltre, il Texas è sotto i riflettori per un nuovo disegno di legge sulla revisione delle elezioni, così come per l’entrata in vigore della controversa legge sull’aborto.  

L’introduzione della legge anti-aborto sta attirando una serie di ripercussioni. Ad esempio, il consiglio comunale di Portland, Oregon, ha in programma di votare una proposta per vietare di fare affari con lo Stato del Texas a seguito dell’introduzione della legge. Il sindaco di Portland, Ted Wheeler, ha affermato che il consiglio comunale voterà se vietare il commercio di beni e servizi con il Texas e anche i viaggi d’affari dei dipendenti statali.


Leggi anche: Texas: entra in vigore la legge anti-aborto