Test usati nella selezione del personale

0
123

La ricerca di personale qualificato e motivato è il sogno di ogni azienda. Si tratta della ricerca delle risorse umane che rappresentano una fonte preziosa per le aziende e per le diverse società. È importante, quindi, reclutare e selezionare personale che sia competente e soprattutto motivato. Esistono test e questionari usati nella selezione del personale che analizzano e valutano le diverse competenze ricercate dalle aziende, e che si utilizzano quando si seleziona personale.

La ricerca del personale

La ricerca di personale qualificato e motivato è il sogno di ogni azienda. Si tratta della ricerca delle risorse umane. Esse rappresentano una fonte preziosa per le aziende e per le diverse società. Quindi, è importante reclutare e selezionare personale che sia competente e soprattutto motivato. Esistono test e questionari che analizzano e valutano le diverse competenze ricercate dalle aziende, e che si utilizzano quando si seleziona personale.

In tal modo, si colloca il processo di selezione del personale. Bisogna trovare le persone su misura per il tipo di lavoro e di mansione che questa dovrà andare a svolgere. Il punto di partenza è un’efficace inserzione di lavoro. Essa rappresenta la carta d’identità dell’azienda o della società che sta cercando personale. Quindi, bisogna scegliere la persona giusta, attraverso la ricezione di curriculum vitae e il successivo colloquio, che rappresenta una fase delicata per selezionare personale. Ciò perché in poco tempo bisogna comprendere le competenze, la professionalità e la motivazione della persona che si ha di fronte. Come pure saper capire se sarà in grado di ricoprire quel ruolo professionale mancante o da implementare nell’azienda in quel momento. Quindi, bisognerà analizzare le aspirazioni e il grado di motivazione dei candidati e quelle che sono le sue attitudini. Quindi, possono essere utilizzati dei test psicoattitudinali che rappresentano degli strumenti di misura delle abilità cognitive. Come pure di analisi di abilità maggiormente tecniche. E ancora per individuare alti potenziali.

Il racconto di un demone e dei suoi demoni

Naturalmente, i test e i questionari, per essere validi e affidabili, devono essere somministrati, corretti e interpretati da professionisti competenti, come gli psicologi.

Test e questionari usati nella selezione del personale

Possono essere somministrati test psicoattitudinali che rappresentano degli strumenti di misura delle abilità cognitive. Come pure test e questionari di analisi di abilità maggiormente tecniche, che vanno a comprendere abilità degli individui ai quali sono somministrati. Andiamo a conoscere alcuni di questi strumenti.

Il Big Five Questionnaire di Gian Vittorio Caprara

E’ un test che presenta cinque grandi fattori e dieci sottodimensioni. I cinque grandi fattori permettono di analizzare l’energia, la mentalità, la coscienziosità, la stabilità emotiva, l’apertura mentale. Come i diversi reattivi di personalità, anche questo presenta se e in che misura la persona tende a dare un’immagine di sé distorta, sia in positivo sia in negativo. Il questionario presenta 132 item con possibilità di risposta su una scala da ‘assolutamente vero’ ad ‘assolutamente falso’. I risultati permettono di valutare in maniera obiettiva le dimensioni della personalità indagate.

Rahim Organizational Conflict Inventory di Afzalur Rahim

E’ uno strumento utile per la valutazione quantitativa del conflitto organizzativo. Questo è un test interessante perché permette di andare a comprendere le cause del conflitto nelle organizzazioni lavorative. Secondo Rahim, esistono tre tipologie di conflitto: intrapersonale, intragruppo e intergruppi. Tutti e tre possono comparire in occasioni diverse e provocare la presenza o assenza di determinate competenze individuali. Si riferisce a interessi e capacità. Come pure, predittivo di numero eccessivo di giorni di malattia e può valutare la presenza di disturbi psicosomatici. Questo test è stato creato proprio per misurare le tre dimensioni del conflitto all’interno delle organizzazioni.

Bochum Advanced Matrix di Bochum

Le matrici di Bochum sono un test non verbale. Utilizzato per la valutazione delle prestazioni cognitive del personale di livello medio-alto, viene concesso un tempo standard di sessanta minuti entro il quale completare la prova.

Il test è diviso in due parti. La prima prevede 10 item, per così dire, di ‘riscaldamento’, che aiutano la persona a capire la logica delle matrici. Nella seconda parte, che è la prova vera e propria, ci sono 29 item di difficoltà crescente.

La difficoltà nel compito sta nel valutare più componenti. Ad esempio, forma, colore, orientamento, modello e quantità delle figure astratte presentate. Quindi, consente di rilevare con estrema esattezza il potenziale cognitivo della persona, al netto delle componenti culturali e verbali.

Inventario delle Propensioni Lavorative di Vincenzo Majer

E’ un vero e proprio test di personalità lavorativa. Permette di rilevare le dimensioni più importanti e significative della personalità in ambito organizzativo e lavorativo. Quindi, è un test che può avvalorare o meno il risultato di altri test che vengono utilizzati durante la selezione, l’orientamento e la formazione. Si compone di 112 item a risposta multipla. Prevede la comprensione delle dimensioni di:

  • equilibrio emotivo;
  • scrupolosità;
  • socialità;
  • leadership;
  • innovatività;
  • imperturbabilità;
  • ordine;
  • autonomia;
  • orientamento al successo;
  • resistenza alla frustrazione.

General Ability Test di Smith e Whetton

Misura il ragionamento verbale, numerico, astratto e spaziale. Quindi, va a misurare le abilità verbali e non verbali e la comprensione del significato di parole o frasi. E come l’individuo attua relazioni logiche tra concetti. Permette di valutare la scioltezza nel trattare i concetti numerici e la velocità di calcolo. Quindi, fornisce un quadro completo delle capacità dell’individuo di risolvere nuovi problemi, cioè la cosiddetta intelligenza fluida, e la valutazione delle conoscenze legate all’esperienza, alla cultura, alla scolarizzazione.

Conclusione

Attraverso test e questionari usati nella selezione del personale, è possibile comprendere, con procedure precise, valide ed efficaci motivazioni e vissuti. Come pure conflitti e dinamiche comunicative. Ancora, stili di leadership e presenza di collaborazione. Ancora, autonomia e sicurezza. Con questi validi strumenti è possibile comprendere gli standard di efficacia e di efficienza. Quindi, migliorare la qualità della vita all’interno delle aziende. E determinare con esattezza il profilo del candidato e le sue capacità relazionali e professionali.

https://www.periodicodaily.com/clima-sereno-e-produttivita-al-lavoro-se-il-collega-e-un-amico/