Tessuti riciclati: lo studio congiunto di H&M e Ikea

0
398

Lo studio sui tessuti riciclati è in corso dal 2018, e vede agire insieme la catena di abbigliamento H&M con il colosso svedese Ikea.

Cosa si è scoperto sui tessuti riciclati?

Da molti anni a farla da padrone è stata la fast fashion, la moda che dalle passerelle giunge velocemente ad influenzare le tendenze. Oggi l’industria tessile cerca di essere più sostenibile, e lo studio di cui parliamo fa proprio parte di questo progetto.


La Milano Fashion Week 2021 non ha dimenticato la sostenibilità


Uno studio su larga scala

Lo studio congiunto di H&M e Ikea si occupa dei tessuti riciclati, esaminando il contenuto chimico nel riciclaggio tessile post-consumo. Del resto, il maggiore utilizzo di materiali riciclati rappresenta uno dei punti più importanti per diventare più rinnovabili. Lo scopo dell’inchiesta, quindi, è comprendere al meglio i possibili rischi di contaminazione chimica dei tessuti riciclabili.

Una buona gestione chimica

“Il contenuto chimico dei tessuti usati raccolti è sconosciuto, quindi per garantire il riutilizzo sicuro dei materiali nel sistema circolare dobbiamo garantire una buona gestione chimica” è la dichiarazione di H&M in merito. “Con oltre 8000 test condotti su tessuti riciclabili raccolti, il Gruppo H&M e Ikea avrà maggiori possibilità di sviluppare un piano d’azione per l’uso di tessuti riciclati, rispettando nel contempo i nostri rigorosi standard di sicurezza. L’ambizione dello studio è anche quella di utilizzare i risultati per incoraggiare i colleghi del settore verso un maggiore uso di questo tipo di tessuti. I risultati raccolti potrebbero potenzialmente servire anche come base per un’ulteriore legislazione e standardizzazione per quanto riguarda le sostanze chimiche nei tessuti riciclati”.

Contributi alla ricerca

H&M e Ikea non sono però soli in questa impresa. Con loro altre aziende ed imprese, come Adidas, Kingfisher e Gap. Tutto questo ha portato alla creazione di una banca dati, che possa aumentare la conoscenza intersettoriale del contenuto chimico dei tessuti in oggetto.