Tesla costruirà la prima fabbrica in Europa a Berlino

La prima fabbrica Tesla in Europa sarà in Germania, a Berlino. Lo ha confermato lo stesso amministratore dell'azienda californiana Elon Musk.

0
146

L’amministratore delegato di Tesla, Elon Musk, ha affermato che Berlino sarà il sito della prima grande fabbrica europea dell’azienda.

Il progetto di Tesla è costruire un centro di ingegneria e design nella capitale tedesca, con l’intento di avviare la produzione in Europa già nel 2021.

Martedì scorso l’AD Musk ha fatto l’annuncio durante una cerimonia di premiazione in Germania. La società ha già un sito di assemblaggio nei Paesi Bassi, ma i progetti per la Germania sono molto più ampi.

Tutti sanno che l’ingegneria tedesca è eccezionale e questo fa parte del motivo per cui stiamo localizzando la nostra Europa Gigafactory in Germania“, ha detto.

La decisione su dove costruire il nuovo impianto produttivo europeo conosciuto come un “gigafactory” è stata frutto di un lungo periodo di riflessione. La scelta della Germania non è casuale. Il paese è infatti storicamente il maggior produttore di automobili europeo, con numerosi aziende che si contendono i mercati di tutto il mondo.

Musk ha parlato dei rischi legati all’uscita del Regno Unito dall’UE. “La Brexit ha reso troppo rischioso mettere un Gigafactory nel Regno Unito“, questo spiegherebbe perché la preferenza della Germania. L’interruzione di una possibile Brexit senza accordi ha gravato sugli investimenti del settore. Ma anche l’attuale accordo proposto dal governo comporterebbe una serie di controlli complicati in particolare per l’industria automobilistica.

La nuova struttura europea sarà situata vicino al nuovo aeroporto di Berlino. L’impianto comprenderà un centro di progettazione, un polo di produzione di automobili, batterie e motori. La prima auto su cui si lavorerà nella fabbrica tedesca sarà il nuovo piccolo SUV Tesla Model Y, in arrivo nei prossimi mesi.

L’annuncio di Musk, martedì sera, è arrivato prima che il Primo Ministro tenesse un discorso elettorale televisivo proprio da una fabbrica di auto elettriche.

L’input all’espansione in Europa arriva nel momento in cui l’impresa, che ha anche investito molto in una fabbrica cinese, si trova ad affrontare una crescente concorrenza nel settore dei veicoli elettrici.

L’azienda sta cercando di aumentare la produzione in Cina, il più grande mercato automobilistico del mondo, dove le vendite sono state danneggiate dalle tariffe innescate dalla guerra commerciale USA-Cina.

La struttura di Shanghai produrrà vetture modello 3 e modello Y. Secondo quanto riferito, la casa automobilistica in questa settimana ha già presentato ai media i suoi nuovi veicoli fabbricati in Cina.

Tesla è stata per anni in perdita, preoccupando gli investitori e gettando un’ombra sulle sue azioni negli ultimi anni.

L’azienda deve ancora realizzare un concreto e reale profitto annuale, nonostante i risultati degli ultimi due trimestri del 2018 siano stati positivi.

L’anno scorso, Tesla ha adottato misure aggressive per tagliare le spese, tagliando migliaia di posti di lavoro e riducendo le altre spese.

Il progetto di Berlino potrebbe pertanto rappresentare un nuovo punto di partenza per l’azienda o addirittura il vero lancio nel mercato automobilistico. Si riparte infatti dalla Germania che è la patria dei grandi marchi del settore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here