Tesla 2021: tutte le novità previste per il nuovo anno

L'azienda californiana, con 442 mila veicoli venduti nell'anno passato, è il maggior costruttore di auto elettriche al mondo

0
277

Tesla è nota per tante cose meravigliose, ma rispettare le scadenze prefissate non è mai stata una di queste. Indipendentemente da ciò, la società e il direttore generale Elon Musk hanno promesso grandi cose per Tesla 2021. Ma prima di immergerci nelle novità, un avvertimento: alcuni degli elementi di seguito citati sono stati inizialmente lanciati lo scorso anno e poi slittati.

Il nuovo Pick-up Cybertruck

Annunciato a fine del 2019. Il Cybertruck dovrebbe entrare in produzione quest’anno con la sua variante più potente a tre motori. Dopodiché sarà il turno del “fratello” minore con doppio motore. Mentre bisognerà aspettare per la versione più economica, a motore singolo, in quanto la produzione è prevista per il 2022.

Tesla Gigafactory Texas

Si tratta della quinta Gigafactory: un impianto di 850 ettari che attualmente ospita un vecchio impianto di produzione di cemento. Sorge in uno Stato che, soprattutto agli occhi del pubblico conservatore, renderà i veicoli elettrici di Tesla dei mezzi veramente “americani” e non dei capricci tecnologici riservati a persone abbienti o eco-friendly della California.

Tesla Semi

Questo è uno di quei progetti che Tesla si trascina da anni. Il Semi è un trattore stradale di classe 8, dotata di batteria agli ioni di litio ricaricabile. In progettazione dal 16 novembre 2017. Secondo i nuovi piani di Tesla la produzione dovrebbe partire alla fine del 2021, ed è il primo autocarro prodotto dall’azienda californiana.

Tesla sotto accusa in Cina per aver impiegato parti difettose

Una gigafactory tedesca

La casa automobilistica elettrica è impegnata su più fronti: oltre alla costruzione di un il cantiere in Texas, sta provvedendo a ultimare una struttura appena fuori Berlino. Con la fabbrica tedesca, Tesla avrà un importante bacino di produzione in Nord America, Asia ed Europa. 

Più centri di assistenza

Senza l’esistenza di concessionari tradizionali non sempre la rete di ricambi riesce a tenere il passo con le ambizioni di vendita. Nel 2021 la disparità diminuirà leggermente, grazie a nuovi centri assistenza. Nel 2019 le consegne di Tesla sono aumentate del 50%, ma il suo impatto sul centro servizi è cresciuto solo del 12%. 

Commenti