Nonostante il precedente del sisma del 2016 le soluzioni abitative dʼemergenza (Sae) mostrano tutte le loro lacune: esplode lʼindignazione. Oggi vertice dʼurgenza della Protezione Civile.

Nel Maceratese la terra ha tremato ancora nella notte. Una scossa di terremoto di magnitudo 3.4 è stata registrata alle 2:00 con epicentro a 2 km da Pieve Torina. Si tratta della più forte di quattro scosse (considerando solo quelle pari o superiori a magnitudo 2) rilevate dalla mezzanotte nella zona, tra cui un’altra di magnitudo 2.9 all’1:52.

Continua l’infinito sciame sismico che dal 24 agosto 2016 ad oggi non si è mai fermato. Almeno 85mila i terremoti rilevati da allora, alcuni innocui altri, come quello di ieri, no. Il Maceratese è il cratere d’Italia: è stato classificato Zona 1, e cioè la zona più pericolosa, dove possono verificarsi forti sisma.

Almeno qui ci si aspetta che le case vengano costruite per bene, soprattutto dopo il precedente del 2016. E invece si scopre, alla prima prova blanda (un sisma di magnitudo 4.6 non è l’apocalisse) che tutto viene giù, scatenando rabbia, indignazione ma anche panico tra gli sfortunati “inquilini”.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here