Terremoto Centro Italia – Oltre 80 scosse dopo la prima, un andamento imprevedibile dichiara INGV.

0
291

Dopo la prima scossa di magnitudo 6.0, almeno altre 80 superiori a magnitudo 2.0 si sono succedute tra Reatino, Aquilano, Ascolano e Perugino, secondo i rilevamenti dell’Ingv. 


Per l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia  le decine di repliche sono sempre meno intense, ma l’andamento della situazione è “imprevedibile”, e dunque è impossibile escludere che si ripetano scosse come quella principale.

Tanto che si segnalano oltre 40 sopra il magnitudo 3.5, quindi come dicono i vulcanologi è già segnalato,prima nonnsimpossono escludere nuove scosse simile alla’prima di magnitudo 6.0.

Commenti