Terrazze di Shenzhen: natura e cultura si fondono insieme

0
464
Shenzhen

MVRDV ha dato il via ad un progetto per realizzare le terrazze di Shenzhen. Si tratta di una struttura su ben 95mila metri quadrati dove le persone potranno vivere la cultura, il relax e il proprio tempo libero immersi nella natura. Ma di cosa si tratta?

Cosa dichiara il socio fondatore di MVRDV?

Nel quartiere universitario di Shenzhen nel distretto di Longgang sta per sorgere un progetto in cui MVRDV ci ha investito molto. Le terrazze di Shenzhen saranno per il centro abitativo un luogo in cui sviluppare i propri interessi culturali senza dover restare all’interno di aule con aria condizionata. Infatti la natura farà da padrona e il design delle terrazze farà in modo che l’aria sarà quella naturale e non filtrata.

Winy Maas, socio fondatore di MVRDV, dichiara a tal proposito: “In città come Shenzhen, è essenziale pensare attentamente a come lo spazio pubblico e il paesaggio naturale possono essere integrati in una città densa. Spazi freschi, al riparo dalle intemperie, creano una via di fuga dagli interni climatizzati. Le terrazze di Shenzhen possono essere viste come un parco tridimensionale che consente agli studenti di andare a lezione all’aperto nella stagione calda invece di rimanere chiusi dentro. In questo progetto non stiamo lavorando contro il clima, ma con il clima. Le terrazze ventilate naturalmente, protette dal sole, diventeranno presto fantastici luoghi di ritrovo per le persone per incontrarsi e studiare.”


Design: Architizer e il 9° premio A+ Awards


Le caratteristiche delle terrazze di Shenzhen

Le forme morbide orizzontali del progetto includono un teatro, una biblioteca, un museo, un centro congressi e negozi al dettaglio. Insieme creano un vivace centro d’incontro, apprendimento, tempo libero, cultura e relax. Un atrio all’aperto si trova al centro dell’edificio più grande mentre la biblioteca è divisa tra due dei volumi più piccoli. La biblioteca delle terrazze di Shenzhen è la parte centrale del progetto. Collega programmi educativi e commerciali correlati, come un centro di attività giovanile e un centro di imprenditorialità giovanile, con un “parco di libri” all’aperto. I ponti al secondo piano uniscono le diverse aree in un percorso continuo e collegano le terrazze di Shenzhen con gli sviluppi circostanti.

Nel suo design, MVRDV ha attribuito al paesaggio esterno la stessa importanza degli spazi interni, fondendo così natura e design. Gli architetti hanno lavorato in collaborazione con Openfabric per creare un paesaggio diversificato e adatto ai pedoni che include spazi di vegetazione subtropicale, collinette erbose, arte pubblica, piscine riflettenti e zone di attività per l’arrampicata o il ping pong. Entrano a far parte del paesaggio anche le coperture, utilizzate non solo per i pannelli fotovoltaici e la raccolta dell’acqua piovana ma anche per i grandi prati verdi accessibili. Oltre ad avvicinare le persone alla natura, la vegetazione imponente e le caratteristiche dell’acqua servono a ridurre la temperatura locale e fornire habitat per la fauna selvatica urbana. I giardini e la raccolta dell’acqua piovana generano cibo e risorse idriche.