Terni – Trovati morti due adolescenti dopo una serata trascorsa in famiglia

Passano la serata insieme e si salutano: qualche ora dopo vengono trovati morti dai genitori

0
242

Dolore e sgomento a Terni per la morte di due adolescenti. Si indaga a 360 gradi, ma l’ipotesi principale è che i due abbiano assunto sostanze stupefacenti.

Due ragazzini di 15 e 16 anni morti nel sonno. Trovati senza vita nei loro letti dai genitori. Due amici. Che hanno trascorso insieme il pomeriggio e la serata e poi si sono salutati. Non sapendo che nessuno dei due avrebbe più rivisto l’altro. Dolore e sgomento a Terni per la morte, finora inspiegabile, di due adolescenti.

Una tragedia i cui contorni sono ancora tutti da chiarire. I due ragazzi avevano trascorso la serata insieme a giocare a calcio fino a tardi: le undici di sera, poi ognuno a casa sua. Via Pastrengo, zona San Giovanni. E Villa Palma. Due quartieri diversi della città. Al risveglio le urla dei genitori hanno sconvolto la quiete della città umbra. 

Sui corpi dei due ragazzi non sono stati trovati segni di violenza, ma neanche tracce che possano far pensare all’assunzione di sostanze stupefacenti come l’eroina. D’altra parte, a carico dei due non ci sono precedenti, segnalazioni o altro che possa accostarli al mondo della droga.

La coincidenza della morte è però un elemento troppo forte per essere archiviato nello schedario delle casualità. Quindi, qualcosa c’è stato. E se c’è stato per loro, forse, c’è stato anche per gli altri ragazzi del gruppetto. E magari, proprio da qualcuno di loro potrà venire fuori il tassello che manca. Una delle ipotesi è quella dell’assunzione di sostanze stupefacenti, ma gli inquirenti indagano a 360 gradi.

I due ragazzini sarebbero deceduti subito dopo essere tornati a casa, al termine della serata ‘brava’ passata insieme. Stando ai primi accertamenti del medico legale, infatti, gli adolescenti erano morti già da diverse ore quando i rispettivi genitori si sono accorti del decesso, trovandoli senza vita nel letto.

Quello che è certo è che i due giovanissimi, molto legati tra di loro, ieri avessero trascorso tutta la serata insieme. Per questo motivo gli investigatori stanno ascoltando e rintracciando gli amici e coloro con i quali si presume possano aver avuto contatti, per capire cosa sia successo e, soprattutto, che tipo di sostanza abbiano assunto e chi gliela abbia fornita.

Del caso si stanno occupando i carabinieri di Terni, coordinati dal sostituto procuratore Raffaele Pesiri – hanno raccolto le testimonianze dei genitori dei due minorenni. Ora questi racconti verranno incrociati con quelli della comitiva di ragazzi. Qualche decina che, come spesso accadeva, si riuniva nella zona di San Giovanni oppure attorno al campo da calcio accanto alla chiesa di San Valentino.“

Commenti