Telefilm made in USA: A-Team

0
642

A-TEAM è stata una serie televisiva statunitense prodotta tra il 1983 ed il 1987 composta da cinque stagioni e 98 episodi totali. Ad oggi è un cult del piccolo schermo. In America è stata trasmessa in prima visione dalla NBC, mentre in Italia è andata in onda su Rete 4.

Creata da Frank Lupo e da Stephen J. Cannell, si tratta di un telefilm che mixa molto bene azione e commedia, creando una miscela esplosiva che riscosse molto successo all’epoca della prima messa in onda, ed anche oggi, venendo replicata con buoni risultati all’infinito su diverse reti televisive italiane.

La storia segue le vicende di una squadra di ex-soldati che combatterono la guerra in Vietnam denominata A-Team, la quale nel presente viene accusata e condannata ingiustamente da un tribunale militare per una rapina in realtà mai commessa. Evasi in modo rocambolesco, vivono da fuggitivi, ricercati e braccati come criminali. I membri dell’A-Team sopravvivono come possono venendo assoldati di volta in volta come mercenari, offrendo il loro aiuto e la loro esperienza aiutando persone vittime di ingiustizie o in situazioni di pericolo. Dotati di grande umanità e di decisive qualità militari, i nostri eroi riusciranno in ogni episodio a far trionfare il bene. Celebre è il loro furgone GMC Vandura nero e grigio con 2 strisce rosse laterali, determinante il più delle volte per la buona riuscita delle loro imprese di salvataggio. Essi, seppur mercenari, sono profondamente buoni, ed infatti, peculiarità della serie, è che nonostante l’uso delle armi, esse non provocano mai una morte e neanche un ferimento grave dei nemici.

I quattro membri dell’A-Team sono: “Hannibal” (George Peppard), colonnello e leader del gruppo, mente degli ingegnosi piani della squadra, amante dei sigari e dei guanti neri di pelle; “Sberla” (Dirk Benedict), tenente dal fascino indiscutibile in grado di fargli ottenere tutto, è l’economo del gruppo; “Mad Murdock” (Dwight Schultz), capitano, ottimo pilota di aerei ed elicotteri, è il folle del gruppo, il quale spesso e volentieri salva l’equipe tirandola fuori dai guai; “P.E.” (l’iconico Mr. T), sergente, meccanico ruvido e muscoloso, è il braccio del gruppo, dal look stravagante ed inconfondibile, sebbene aggressivo e scontroso ha un cuore d’oro. Ci sono poi vari personaggi secondari, i quali o danno la caccia all’A-Team, oppure li sostengono nelle loro missioni impossibili.

A-Team è diventata col tempo una serie televisiva simbolo degli anni ottanta, è considerata un cult ed ha appassionato intere generazioni di spettatori, essendo ancora tutt’oggi molto spesso ritrasmessa in tv. Per cavalcare l’onda del successo che non si è mai affievolita nel tempo, nel 2010 è uscito al cinema il film A-Team, diretto da Joe Carnahan ed ambientato ai giorni nostri, in Iraq e non più in Vietnam, ed interpretato da attori del calibro di: Liam Neeson (Hannibal), Bradley Cooper (Sberla), Sharlto Copley (Murdock) e Quinton “Rampage” Jckson (P.E). Il film, dal mediocre successo, non potrà mai eguagliare la mitica serie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here