Telefilm made in USA: Le avventure del giovane Indiana Jones & Quelli della pallottola spuntata

0
477

LE AVVENTURE DEL GIOVANE INDIANA JONES e QUELLI DELLA PALLOTTOLA SPUNTATA sono state due serie televisive collegate strettamente a due saghe famosissime del cinema Hollywoodiano: Indiana Jones e La pallottola spuntata. Le due serie, diversissime in quanto a genere proposto, non hanno raggiunto certamente i successi straordinari degli omonimi film cinematografici, ma hanno avuto la rilevanza di approfondirne tematiche e personaggi, fungendo da ottimo contorno, e ritagliandosi un piccolo pezzo di memoria tra i fan seriali.

Le avventure del giovane Indiana Jones è stata una serie televisiva statunitense prodotta tra il 1992 ed il 1996 e fu composta da tre stagioni e 33 episodi complessivi. In patria fu trasmessa dal network ABC, mentre in Italia andò in onda prima su Rai 1 e poi su La7. Ideata dal maestro George Lucas, questa serie mostra allo spettatore l’infanzia e la gioventù del celebre Indiana Jones, famosissimo personaggio già protagonista di una saga cult cinematografica, divenendo a tutti gli effetti uno dei primi esempi di prequel. In seguito alla cancellazione della serie (tecnicamente al termine della seconda stagione), furono realizzati quattro film tv trasmessi tra il 1994 ed il 1996 (che poi altro non sono che i 4 episodi della terza stagione). Immancabilmente di genere avventura, azione ed anche storico, il serial fu progettato per essere un programma educativo rivolto ai giovani, in modo che essi potessero apprendere divertendosi. Il più degli episodi vedono un ormai anziano Indiana Jones nella New York attuale (ossia nel 1993) raccontare le sue passate avventure, svoltesi in anni diversi della sua giovinezza. La serie inoltre presenta diversi collegamenti con i film. La serie, distanziandosi dai film, non ha raccontato le avventure di Indiana alla ricerca di preziosi reperti o in lotta contro malvagi avversari, ma ha narrato gli eventi che hanno formato il carattere e forgiato il coraggio dell’archeologo che tutti conosciamo. Tra i molti cameo presenti nello show fatti da vari attori partecipanti già alle pellicole spicca sicuramente quello di Harrison Ford, il quale compare in un episodio nei panni di un cinquantenne Indy. La serie fu elogiata e criticata, riscosse successo nella critica ed ottenne commenti negativi tra i fans dei film originali; fu un buon prodotto televisivo ma che nel piccolo schermo avrebbe avuto vita difficile e breve, ma nonostante ciò si aggiudicò ben 11 Emmy Awards, a testimonianza comunque di come la qualità non mancasse allo show. L’archeologo più famoso del cinema è stato interpretato in tv da tre differenti attori (escluso il cameo di Ford), a seconda dell’età che doveva essere rappresentata: Corey Carrier (8 anni), Sean Patrick Flanery (16-22 anni) e George Hall (93 anni!).

Quelli della pallottola spuntata è stata una serie televisiva statunitense del 1982 composta da una stagione e 6 episodi totali (della durata di 30 minuti circa ognuno). In patria fu trasmesso dal network ABC. Ideata dal formidabile trio Zucker-Abrahams-Zucker si tratta di un poliziesco-commedia, una vera e propria parodia del genere, marchio di fabbrica inconfondibile degli ZAZ. La serie fu un successo per la critica, ma nonostante ciò venne cancellata dalla rete per i bassi ascolti ottenuti. Il clamore che però suscitò lo show lo spinse dapprima ad essere replicato da altre emittenti televisive americane, e poi, nel 1988, ne venne addirittura prodotto un film per il cinema, Una pallottola spuntata, un autentico cult del cinema demenziale, che a ragione si aggiudicò anche due sequel. La serie arrivò in Italia solo dopo il successo ottenuto anche nei nostri box office dalla trilogia della “pallottola”, motivo per cui fu scelto un titolo che richiamasse la saga (in America infatti il titolo originale dello show è Police Squad!). La serie è un susseguirsi continuo di gag esilaranti e demenziali, scene non-sense che non possono non suscitare grasse risate agli spettatori; il tutto ruota ovviamente attorno al goffo e sbadato detective Frank Drebin, il quale ne combina una dopo l’altra, riuscendo però sempre a venire a capo dell’indagine di puntata. Nella serie ci sono molti personaggi che poi saranno presenti anche nei film, intrerpretati in alcuni casi dagli stessi attori, ed in altri no. Il serial si rivelò molto gradevole, ed ebbe il merito di generare poi la citata trilogia cinematografica, un gioiello del cinema comedy, ancora oggi giustamente indimenticata. Protagonista e mattatore assoluto (del prodotto televisivo e poi dei tre film) è il grande e compianto Leslie Nielsen, uno dei maestri della risata, in grado di far divertire lo spettatore come pochi altri. La sua interpretazione ha fatto storia e scuola, rendendo il personaggio di Frank Drebin un mito indimenticabile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here