“Tassare gli usurai”: la nuova idea per colpire la criminalità organizzata

Tassare gli usurai è una nuova idea per colpire la criminalità organizzata. Questa è stata messa appunto da un gruppo di finanzieri di Torre Annunziata

0
150
tassare gli usurai

L’idea di tassare gli usurai è arrivata dai finanzieri del gruppo di Torre Annunziata, in particolare dal loro capo Agostino Tortora. Per colpire la criminalità organizzata, si potrebbe cominciare a tassare i guadagni dell’usura. L’iniziativa è passata attraverso l’Agenzia delle Entrate che procederà con i prelievi dai redditi degli usurai. L’idea ha fruttato milioni di euro.

Tassare gli usurai ha funzionato?

Il piano di Agostino Tortora ha già colpito 17 usurai di Napoli. Tra questi, è stata individuata anche una parente stretta di Alessandro e Pasquale Fiorente. I due fratelli sono dei noti personaggi della droga a livello internazionale. Tuttavia, la Guardia di Finanza ha punito principalmente protagonisti del clan del vesuviano, che negli ultimi anni avevano guadagnato circa un milione e mezzo di euro, grazie ad interessi annui del 275%. Il piano ha tassato fino ad ora 400mila euro e sembra funzionare.

La base normativa

Il piano del gruppo di Torre Annunziata è del tutto in regola e permesso dalla legge. La base normativa si trova proprio nella Costituzione. Nell’articolo 53 infatti, si può leggere che tutti devono concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva. Partendo da questo principio, sono entrate in gioco diverse azioni legali. La prima è avvenuta nel 1993 e riguardava la tassazione dei proventi illeciti. La seconda, nel 2002 quando è stata prevista l’indeducibilità dei costi da reato.

Come è nata l’idea di tassare gli usurai?

Agostino Tortora ha recentemente raccontato la nascita della loro idea. All’inizio, hanno cominciato a tassare gli illeciti provenienti dalle frodi al bilancio statale. Tra queste vi erano ad esempio le truffe finanziarie. In seguito, con l’avvento dell’emergenza sanitaria e l’aumento dei crimini di usura, hanno deciso di cambiare strategia. Fu allora che capirono che il modo migliore per punire questi criminali era tassare le loro azioni illecite. Il territorio di competenza del gruppo di Torre Annunziata si stanzia lungo 36 comuni, in cui operano oltre 40 clan.

Come funziona

Prima di tuto, la Guardia di Finanza trasforma i dati a sua disposizione in verbali. Questi, vengono inviati all’Agenzia delle Entrate, la quale rettifica le dichiarazioni dei redditi degli usurai. Dopo aver identificato il reato, vengono emanati degli “avvisi di accertamento“, alle quali seguono una serie di misure che possono arrivare fino all’aggressione dei patrimoni.

Commenti