La vittima, 54 anni, stava spegnendo un incendio in unʼazienda agricola nelle campagne tra San Giorgio Jonico e Pulsano. Il cordoglio della Protezione civile: “Siamo vicini ai familiari”.

Stava spegnendo un incendio in un’azienda agricola, nelle campagne in provincia di Taranto, quando un’esplosione improvvisa l’ha ucciso. E’ morto così Antonio Dell’Anna, 54 anni, vigile del fuoco, mentre era impegnato in un’operazione di soccorso in una fattoria. Il rogo si era sviluppato in un deposito di fieno coinvolgendo un camion: è stata l’esplosione del portellone del mezzo a travolgere il pompiere. Inutili i soccorsi.

Sono subito intervenuti, per cercare di salvarlo, i colleghi e, poco dopo, anche gli uomini del 118. La vittima, originaria di Fragagnano (Taranto), era intervenuta con alcuni colleghi tra San Giorgio Jonico e Pulsano, in una masseria, per spegnere le fiamme che avevano interessato anche la cabina guida dell’autocarro andato a fuoco, con il cassone furgonato adibito in parte al trasporto di cavalli e in parte allestito come caravan.

“Nel corso delle operazioni – spiega in una nota il comandante provinciale dei vigili del fuoco di Taranto, Pierpaolo Patrizietti – il vigile Dell’Anna stava operando per contenere la propagazione dell’incendio ed evitare che interessasse anche la parte posteriore del mezzo, pure completamente piena di fieno. A supporto della squadra è arrivata l’autobotte con due operatori, uno dei quali dava il cambio al vigile Dell’Anna nella postazione di spegnimento”. Il vigile è stato però colpito dal portellone posteriore “apertosi improvvisamente a seguito di deflagrazione interna”.

Il fuoco potrebbe aver deformato il meccanismo levatoio del portellone, che ha improvvisamente ceduto durante le operazioni per spegnere le fiamme, travolgendo il 54enne. Sono poi intervenuti i carabinieri della stazione di San Giorgio Jonico, della compagnia di Martina Franca e del reparto operativo del Comando provinciale di Taranto, che indagano ora per chiarire le cause dell’incendio.

Il cordoglio della Protezione civile – Ha espresso via Twitter il suo dolore il Corpo nazionale dei vigili del fuoco, manifestando la vicinanza alla famiglia della vittima. Il più sentito “cordoglio” anche dalla Protezione civile, con il capo Angelo Borrelli che “rinnova la stima e l’apprezzamento per l’operato dei vigili del fuoco e di tutte le forze, le strutture operative, le organizzazioni e i volontari che con dedizione operano ogni giorno nei tanti ambiti di Protezione civile”.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here