Incentrata sul desiderio la IX edizione di Taobuk

L’ambizione è una caratteristica essenziale dello spirito umano, una corda ancorata alla potente forza del desiderio, il solo capace di trainare l’uomo. Dall’alba dei tempi il desiderio è stato visto nella sua veste d’importanza e dunque è divenuto oggetto di liriche, narrative, teatro, musica ed arte e protagonista di Taobuk 2019. Il festival letterario che si dispiegherà dal 21 al 25 giugno nella spettacolare Taormina. Antonella Ferrara, ideatrice dell’iniziativa, ha ricevuto il supporto della Regione Sicilia, Assessorato Regione del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo, Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana.

“Abbiamo deciso di seguire il suggerimento di Oscar Wilde e cedere con entusiasmo a una tentazione persino più grande, quella di tessere l’elogio del desiderio, evidenziandone diverse e inedite sfaccettature, tra le infinite che il tema suggerisce da millenni a filosofi, artisti e naturalmente letterati. Desiderare, abbracciare un sogno, è tutt’uno con la voglia di progettare il futuro, è trovare uno scopo ed essere motivati a perseguirlo”. (Antonella Ferrara)

Ospiti e vincitori

Anche quest’anno il Teatro Antico di Taormina avrà il suo favoloso sabato sera. Il 22 giugno alle 21:30 vi saranno le assegnazioni del premio Taobuk Awards for Literary Excellence, un riconoscimento per bravure e capacità emerse nel campo della letteratura, dell’arte e della musica. Ad ottenere il Taobuk Awards saranno il Premio Pulitzer Jhumpa Lahiri e Ian McEwan. Al cantautore Simone Cristicchi, distintosi per i suoi testi accesi ed interessati alle problematiche sociali, verrà assegnato il premio Taobuk Award alla Carriera. Con lo stesso riconoscimento saranno premiati Nina Zilli, il grande Massimo Ghini e l’attrice di successo Nancy Brilli.

Sulle note della musica suonata dall’orchestra del Teatro Massimo Bellini di Catania, partner del Festival e diretti da Walter Silviotti, saliranno sul palco per esibirsi Cristicchi, Nina Zilli, la violinista enfant prodige Anastasiya Petryshak e il mezzosoprano georgiano Nino Surguladze.

Il Taobuk Award Trame di Storia verrà consegnato alla stilista Marella Ferrara. La serata sarà condotta e gestita, assieme con Antonella Ferrara, dal giornalista Tg1-RAI Alessio Zucchini.

Il programma 2019: a spasso tra le sfumature del desiderio

I partecipanti avranno l’onore di ascoltare le lezioni magistrali di Jhumpa Lahiri, Gian Luigi Beccaria, il famoso classicista Luciano Canfora e Ian McEwan, tra le voci più significative della narrativa contemporanea, abile nel produrre un racconto profondo dai toni cupi e straordinari, cui verrà assegnato anche il Taobuk Award.

Gli ospiti saranno scrittori, ma sopratutto libri, come nel caso di: Giancarlo Mazzuca, Tommaso Labate, Giulio Perrone, Roberta Scorranese, Lucio Presta, Simona Sparaco, il Professor Vito Bianchi; Marco Bonini, Michela Marzano, Eva Cantarella, Francesca Reggiani, Silvana Grasso e Matteo Nucci.

La contemporaneità sarà tratteggiata dal pensiero di menti illuminate: Yves Mény, professore di Scienze politiche presso l’Università Luiss-Guido Carli di Roma, Giuseppe Pignatone, procuratore capo del Tribunale di Roma fino a maggio 2019 e il giornalista e presidente di Articolo 21 Paolo Borrometi.

In collaborazione con Fondazione Sicilia e Parco Archeologico Naxos Taormina, con la cura di Roberta Scorranese, Taobuk affronta il linguaggio dei sogni con una mostra artistica, rendendo omaggio anche a Sebastiano Tusa. Un mostra che parla di Sicilia, dal punto pittorico e narrativo, che vedrà presente anche lo storico dell’arte Gabriele Romeo.

Un desiderio, mille sfaccettuature

Il desiderio di superare gli affetti è il tema dell’ultimo libro dello scrittore norvegese Jostein Gaarder e la voglia di vincere se stessi è argomento del racconto di Antonio Forcellino. Il desiderio di gareggiare raccontato da Alessandro Cannavò, giornalista, presidente della Fondazione Candido Cannavò, l’aspirazione a comprendere ed amare è espressa da Luigi Mazzone, autore e fondatore del comitato scientifico dell’Associazione Italiana Ricerca Autismo (AIRA).

Tuttavia Taobuk non si esaurisce nella letteratura, difatti ci saranno incontri con grandi protagonisti del cinema, grazie alla cura di Claudio Mesanza.

Il Festival ha più strade da seguire, una di questa è Fud Hub, ricca di conversazione sul cibo promosse dai importanti volti della cucina, selezionati da Fernanda Roggero.
Anche i più piccoli hanno un loro spazio: è TaoKids.

Taobuk celebrerà ed onorerà le ricorrenze: dai trent’anni dalla morte di Sciascia, ai cinquecento di Da Vinci, ricorderà il celebre furto del Caravaggio a Palermo, festeggerà i cento anni di lavoro di Save The Children, omaggiando le figure di Ercole Patti, Primo Levi e Pier Paolo Pasolini.

Scuola Holden: la scrittura creativa

Dal 21 al 23 giugno a Casa Cuseni vi saranno i corsi di scrittura creativa. L’appuntamento è bipartito: nella prima parte il giornalista Francesco Musolino tratterà del gesto dello scrittore di esprimere la propria arte, persuadendo il lettore a sfogliare la pagina successiva. Quest’ultimo desiderio sarà affrontato dalla giornalista Eleonora Lombardo, che s’immergerà nella scoperta dei personaggi e dei dettagli della loro vita.

La Fiera dell’editoria

Taobuk muta i suoi abiti dal venerdì alla domenica, divenendo Fiera dell’editoria. Al Palazzo dei Congressi, Noemi Congressi e ArteLibro daranno un colorito diverso all’edizione di quest’anno, che concederà spazio agli editori di un Mostra-Mercato ad ingresso gratuito. Tra gli editori presenti: Capire Edizioni, CartaCanta Editore, Edizioni della Meridiana, Carbonio Editore, Colorando i Pensieri Edizioni, Dario Flaccovio Editore, Giuntina, La Feluca Edizioni, Treccani.

Il programma 2019 è ricco ed appassionante, che permette di comprendere il desiderio a 360°, attirando verso il Taobuk Festival intellettuali e non, spinti dalla forza del desiderio.

PER IL PROGRAMMA COMPLETO: https://www.taobuk.it/edizione-2019/

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here