Talking Trash: serie Nike sui cambiamenti climatici

Nike lancia Talking Trash: un progetto basato su diversi appuntamenti durante i quali interverranno studiosi e celebrità per spiegare al pubblico come contribuire a contrastare i cambiamenti climatici.

0
395
Nike Talking Trash
Nike lancia Talking Trash contro i cambiamenti climatici.

Si rinnova l’impegno di Nike per l’ambiente. Il colosso statunitense di abbigliamento e articoli sportivi ha lanciato una nuova iniziativa, una serie ricca di interventi e contenuti per informare e mettere in guardia il pubblico sulla piaga dei cambiamenti climatici. L’iniziativa si chiama Talking Trash e prevede l’intervento di studiosi ed esperti del settore, ai quali si affiancheranno delle celebrità che già da tempo hanno sposato la causa ambientalista.

Durante i vari appuntamenti di Talking Trash verrà spiegato come tutti noi possiamo fornire il nostro contributo al pianeta per contrastare l’inquinamento. Inoltre verranno dati dei consigli concreti su pratiche “green” da seguire quotidianamente. Nike ha dichiarato che questo progetto serve proprio per invitare l’opinione pubblica a “pensare globale, agire localmente”.

Talking Trash: si parte con Billie Eilish

Talking Trash debutterà subito con un ospite d’eccezione. Durante il primo appuntamento della serie ambientalista targata Nike, sarà infatti presente la cantautrice Billie Eilish. Insieme a lei ci sarà la dottoressa Ayana Elizabeth Johnson, illustre biologa marina e stratega della conservazione.

Entrambe si confronteranno su come poter trovare il giusto connubio tra abitudini quotidiane e buone pratiche ecologiche. Quindi proporranno al pubblico una serie di consigli per contribuire alla lotta contro i cambiamenti climatici.

Anche il Dalai Lama si fa sentire sulla lotta contro i cambiamenti climatici

In un comunicato stampa, Billie Eilish ha dichiarato che già da parecchio tempo è impegnata in questo campo, spiegando che ha firmato diverse petizioni, ha partecipato a delle manifestazioni di piazza e ha anche affrontato l’argomento del riscaldamento globale durante i suoi concerti. La cantante statunitense farà da apripista a tanti altri volti noti del mondo dello spettacolo e della musica che interverranno su come “agire e cambiare la cultura sulla tutela del pianeta”.