Talebani: stop alle attrici nelle serie TV

0
276
Talebani: stop alle attrici nelle serie TV

I talebani hanno detto stop alle attrici nelle serie TV. In una nuova direttiva annunciata dal Ministero per la Promozione della virtù e la Prevenzione del vizio, le donne non potranno più apparire in TV. Inoltre, nella direttiva, i talebani chiedono alle giornaliste di indossare il velo islamico e chiedono alle TV di non mandare in onda programmi che vanno contro i valori islamici.

I talebani dicono stop alle attrici nelle serie TV?

Nuove restrizioni per le donne in Afghanistan. Hakif Mohajir, portavoce del Ministero per la Promozione della virtù e la Prevenzione del vizio, ha annunciato una nuova “linea guida religiosa” per i media. Nella nuova direttiva i talebani invitano i canali TV dell’Afghanistan a non mandare in onda spettacoli o serie TV con attrici. Inoltre invitano le giornaliste ad indossare il velo islamico mentre presentano i servizi. Alle TV afghane viene chiesto anche di non mandare in onda i film o programmi che vanno contro i valori islamici e afghani e che insultino la religione o che mostrino il profeta Maometto o altre figure venerate. “Non sono regole, ma linee guida”, precisa la direttiva.  

Il ritorno agli anni novanta

Negli anni novanta, quanto i talebani erano al potere, in Afghanistan esisteva una sola stazione radio, Voice of Sharia, dove venivano trasmessi solo programmi per la diffusione dell’Islam. Cinema e televisione erano proibiti. Quando, nel 2001, i talebani persero il potere, nacquero diverse televisioni e radio. Vennero trasmesse diverse serie TV, programmi di intrattenimento e show musicali. Ora sembra che i talebani vogliano tornare indietro e limitare i diritti della popolazione.


Leggi anche: Afghanistan: i talebani sostituiscono il ministero delle donne