Talebani: pace in Afghanistan solo con rimozione di Ghani

0
271
Attacco statunitense a Kabul

Secondo quanto riportato dall’Associated Press, per raggiungere un accordo di pace in Afghanistan, i talebani hanno affermato che il presidente Ghani deve essere rimosso e a Kabul si deve insediare un governo negoziato da entrambe le parti. Il portavoce dei talebani ha dichiarato che il loro governo permetterà alle donne di lavorare, andare a scuola e partecipare alla vita politica. Tuttavia diversi rapporti evidenziano che nei territori conquistati recentemente dai talebani la vita delle donne non è cambiata, sono sempre represse.

Talebani: possibile pace in Afghanistan con rimozione di Ghani?

Secondo quanto riportato dall’Associated Press, i talebani hanno affermato che non ci sarà pace in Afghanistan fino a quando il presidente Ashraf Ghani non sarà rimosso dal suo incarico e ci sarà un nuovo governo negoziato a Kabul. In un’intervista con l’AP, il portavoce dei talebani, Suhail Shaheen, che è anche membro della squadra che sta negoziando un accordo di pace, ha esposto la posizione degli insorti su ciò che dovrebbe accadere per raggiungere la pace. Shaheen ha detto che i talebani deporranno le armi quando un governo negoziato accettabile per tutte le parti in conflitto sarà al potere a Kabul e il governo di Ghani sarà rimosso. Ha detto: “Voglio chiarire che non crediamo nel monopolio del potere perché tutti i governi che cercavano di monopolizzare il potere in Afghanistan in passato, non sono stati governi di successo. Quindi non vogliamo ripetere la stessa formula”.

Cosa ha detto il portavoce dei talebani  

Shaheen ha respinto il diritto di Ghani a governare, definendolo un guerrafondaio e accusandolo di usare il suo discorso nel giorno sacro islamico Eid-al-Adha per assicurare un’offesa ai talebani. Shaheen ha anche sollevato accuse di frode diffusa riguardo alla vittoria di Ghani. Quest’ultimo ha detto che rimarrà in carica fino a quando le nuove elezioni non determineranno il prossimo governo. Secondo i suoi critici, compresi i talebani, sta solo cercando di rimanere al potere. La scorsa settimana, l’ufficiale esecutivo del paese Abdullah Abdullah ha guidato un gruppo di rappresentanti di alto livello per parlare con i leader talebani.

Shaheen ha detto che all’inizio quei colloqui erano buoni. Tuttavia le ripetute richieste del governo per un cessate il fuoco senza la rimozione di Ghani non erano accettabili perché rappresentavano una resa dei talebani. Prima che i talebani possano accettare un cessate il fuoco, deve esserci un nuovo governo “accettabile per noi e per gli altri afghani”, ha affermato. Solo allora non ci sarà la guerra, secondo Shaheen. 

Cambierà la vita delle donne afghane?

Shaheen ha detto che il nuovo governo permetterà alle donne di lavorare, andare a scuola, partecipare alla politica e camminare liberamente senza un parente maschio. Ma dovranno indossare un’hijab o un velo. Tuttavia, secondo l’AP, molti rapporti dai distretti conquistati dai talebani contestano questa affermazione. In questi distretti ci sono molte dure restrizioni imposte alle donne, incluso l’incendio delle scuole.


Leggi anche: Afghanistan: i Talebani decapitano interlocutore dell’esercito USA