domenica, Luglio 21, 2024

Svizzera: parlamento cerca di annullare la sentenza della Corte europea sul clima

Il parlamento della Svizzera cerca di annullare la sentenza della Corte Europa sul clima. La decisione potrebbe incoraggiare altri a resistere all’influenza dei tribunali internazionali.

Svizzera: parlamento contro la sentenza della Corte europea sul clima

La camera bassa del parlamento svizzero voterà una mozione che respinge una sentenza storica che ordina alla Svizzera di fare di più per combattere il riscaldamento globale. Ad aprile, la Corte europea dei diritti dell’uomo (CEDU) di Strasburgo ha emesso una sentenza secondo cui Berna aveva violato i diritti umani di un gruppo di donne svizzere anziane, le KlimaSeniorinnen, non riuscendo ad affrontare il cambiamento climatico. Ma la camera alto di Berna ha approvato questo mese una mozione che critica l'”attivismo giudiziario” della Corte e sostiene che non c’è motivo di intraprendere ulteriori azioni perché la Svizzera sta già facendo abbastanza.

Isabela Keuschnigg, ricercatrice giuridica presso la London School of Economics, ha affermato che se il governo si rifiutasse di attuare la sentenza, potrebbe “creare un precedente preoccupante, minando il ruolo del controllo legale nella governance democratica”. “Nessuno Stato membro si è mai rifiutato di attuare una sentenza”, ha affermato il portavoce del Consiglio d’Europa Andrew Cutting, sottolineando però che il caso svizzero si trova in una “fase molto iniziale” di attuazione. Un comitato del Consiglio si riunisce quattro volte l’anno per monitorare il rispetto delle sentenze della Corte EDU.


Leggi anche: La Svizzera voterà 4 nuovi referendum

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Latest Articles