Svezia – leader opposizione potrebbe diventare il nuovo premier

Il presidente del parlamento Andreas Norlen ha proposto all’esponente di destra Ulf Kristersson di sondare un potenziale sostegno elettorale

0
299
Svezia: prima donna premier si è già dimessa

A seguito delle dimissioni del primo ministro svedese Stefan Lofven, il governo di Stoccolma si sta apprestando a trovare un nuovo politico che avrà il compito di svolgere l’incarico di premier. Il presidente del parlamento svedese Andreas Norlen ha proposto al leader dell’opposizione di destra Ulf Kristersson di sondare un potenziale sostegno nel caso si passasse a un voto in parlamento. Norlen mira ad ottenere un voto entro la settimana prossima. Tuttavia, nel caso questa aspettativa non si realizzasse, i cittadini della Svezia sarebbero chiamati alle urne per delle elezioni anticipate.

Ulf Kristersson potrebbe diventare il nuovo premier della Svezia?

Lunedì il primo ministro svedese Stefan Lofven ha annunciato le sue dimissioni. La decisione ha fatto seguito alla perdita di un voto di sfiducia della scorsa settimana. Ora, però, il governo non pensa di indire elezioni anticipate. Toccherebbe infatti al presidente del parlamento svedese Andreas Norlen scegliere a chi assegnare l’incarico. Norlen ha dato tre giorni al leader del partito conservatore dei moderati Ulf Kristersson per sondare un potenziale sostegno al fine di passare al voto in parlamento. Kristersson è il principale esponente dell’opposizione di destra al partito di Lofven.

Di fatto, Norlen non ha proposto in via formale a Kristersson di diventare il prossimo primo ministro. Ritiene però di avere buone ragioni di avanzare la proposta di valutare l’idea da parte del principale politico dell’opposizione in Svezia.  Il presidente del parlamento ha infatti affermato: “È il leader del più grande partito tra il gruppo di partiti che ha rovesciato il primo ministro Stefan Lofven. È ragionevole che gli sia permesso di indagare sulla possibilità”.

Il partito di Kristersson ha votato per prmo alla mozione di sfiducia di Lofven

Il governo di Lofven è caduto a seguito di una lite dei socialdemocratici alleati del premier con il partito di sinistra che lo sosteneva. La mozione di sfiducia ha fatto seguito alle dichiarazioni del partito di sinistra, che ne stava pianificando uno come protesta nei confronti di un piano per allentare i controlli nell’ambito degli affitti. Il voto di sfiducia è poi tuttavia arrivato da parte dell’estrema destra. Il Partito Moderato di Kristersson e la Democrazia Cristiana hanno infatti approvato per primi la mozione. Complessivamente, essa ha visto l’approvazione di 181 parlamentari sul totale di 349 seggi. La legge in vigore in Svezia prevede che il primo ministro possa assicurarsi un incarico fino a che la maggioranza del parlamento non voti contro di lui, come in questo caso. In Svezia il mandato del premier dipende di fatto da quanto venga tollerato dal parlamento.

In Svezia potrebero tenersi due elezioni in un anno

Norlen mira ad ottenere una prima votazione per il nuovo capo di Stato la prossima settimana. Se tale voto non dovesse portare ad alcuna conclusione, vi sarà la possibilità di fare un nuovo voto ogni settimana per un massimo di quattro tentativi, quindi per quattro settimane. Nel caso in cui, a sua volta, questa mossa dovesse fallire, verrebbero indette delle elezioni anticipate, da tenersi entro tre mesi. Le elezioni generali in Svezia di svolgeranno a settembre 2022. Questo tipo di elezioni si svolge indipendentemente da quelle anticipate. Perciò, i cittadini svedesi potrebbero arrivare a votare due volte nel giro di circa un anno.


Leggi anche: Il Parlamento svedese destituisce il premier Stefan Lofven