Super Saturday: gli USA si preparano al boom dello shopping natalizio

0
206
Stati Uniti: il 21 dicembre sarà il Super Saturday.

Lo hanno già ribattezzato Super Saturday e, nelle previsioni degli analisti, è destinato a dare del filo da torcere al Black Friday in termini di vendite e incassi. Negli Stati Uniti c’è grande attesa per l’ultimo sabato pre-natalizio, quello del 21 dicembre, che dovrebbe far segnare una vera e propria impennata dello shopping legato agli acquisti per le festività di quest’anno. Tutto ciò dovrebbe verificarsi in netta controtendenza rispetto a quanto accaduto dopo il Giorno del Ringraziamento quando, per tradizione, le spese fanno segnare un netto aumento nei vari esercizi commerciali americani.

In realtà, questo trend è già stato notato da qualche anno, con i consumatori degli States che sembrano prediligere lo shopping natalizio durante l’ultimo sabato che precede il giorno di Natale. Per questo motivo, i titolari dei vari negozi stanno prendendo l’abitudine di procrastinare sconti e offerte fino all’ultimo momento, con le vendite totali che stanno ormai raggiungendo quelle del Black Friday. Anzi, si stima che mai come in questo 2019 il 21 dicembre si possano raggiungere cifre record per le vendite.

USA: cos’è il Super Saturday pre-natalizio.

Craig Johnson, presidente dell’azienda di consulenza per la vendita al dettaglio Partner, ritiene che quest’anno durante il Super Saturday si possa arrivare ad un totale di spesa di 34 miliardi di dollari. Questa previsione tiene conto degli acquisti effettuati presso i negozi fisici e online, escludendo invece i rifornimenti di carburante, le compravendite di automobili oppure i conti pagati ai ristoranti. Se queste stime dovessero rivelarsi esatte, si consumerebbe il sorpasso nei confronti del Black Friday, giunto ad un totale di 31,5 miliardi di dollari d’incassi.

Super Saturday: sconti e iniziative speciali per tutti i consumatori statunitensi

In questi ultimi anni, a differenza di quanto sta accadendo nel resto del mondo colpito dalla crisi economica, negli Stati Uniti si è assistito ad un notevole incremento di spese da parte dei consumatori, provocato quasi certamente dall’aumento dei salari e dal miglioramento del mercato del lavoro. Gli esperti d’economia hanno anche aggiunto che questa tendenza sarebbe stata favorita dalla scelta dei rivenditori di tenere costanti i prezzi dei prodotti, evitando di alzarli e di allontanare l’interesse degli acquirenti.

Star Wars: idee regalo perfette per Natale

In occasione del Super Saturday, i commercianti americani hanno deciso di prolungare l’orario di apertura dei rispettivi negozi, assumendo al contempo un numero maggiore di dipendenti, dopo aver provveduto a mettere sotto contratto nuovi lavoratori deputati alla spedizione del materiale ordinato online. Inoltre si stanno moltiplicando le iniziative volte a catturare le attenzioni dei potenziali clienti, facendoli sentire più seguiti e «coccolati» nella scelta dei prodotti che rispondono alle loro esigenze.

Stati Uniti: si prevede boom di vendite natalizie il 21 dicembre.

L’azienda Walmart, per quanto riguarda i viaggi, ha introdotto l’innovativa opzione Check Out With Me che consente a coloro che pagano con carta di credito di evitare lunghe code. Infatti ci sono numerosi dipendenti che controllano costantemente smartphone e stampanti bluetooth per attivare prontamente le offerte bloccate tramite pagamenti elettronici.

Le attese intorno al Super Saturday sono confermate dai dati snocciolati in queste ore dalla National Retail Federation. Secondo gli analisti si prevede che le vendite al dettaglio negli USA durante le festività natalizie (dunque in un periodo che comprende novembre e dicembre) vadano incontro ad un’impennata compresa tra il 3,8% e il 4,2% rispetto a quanto accaduto nel 2018, con gli introiti che dovrebbero passare da 727,9 miliardi di dollari a 730,7 miliardi. E con un’ulteriore risalita del 3,7% rispetto agli ultimi cinque anni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here