In Sudan è passato quasi un mese dal colpo di Stato che ha estromesso il presidente Omar al-Bashir. Le sue condizioni di salute sono peggiorate, l’ex-dittatore si trova nel carcere di Kobar a Khartum.

La notizia è arrivata in concomitanza con quella, secondo la quale, i manifestanti, giovedì prossimo, hanno intenzione di organizzare una manifestazione davanti alla sede dell’esercito.

Secondo fonti stampa, l’ex-presidente soffrirebbe di malattie che richiedono assistenza fuori dal carcere.

Alcune agenzie d’informazione riferiscono che una squadra di medici composta da, gastroenterologi, otorini, neurologi, cardiologi e ortopedici, si sta occupando della salute dell’ex-dittatore.

Le testate giornalistiche come “al-Mashhad al-Sudany” e “Akhar Lahdah” hanno riportato la notizia secondo cui, le attuali condizioni di salute di al-Bashir non consentono la sua permanenza in carcere in questa fase.

A quanto sembra, l’ex presidente rifiuta di alimentarsi, o di assumere medicine, peggiorando, in questo modo, la sua salute fisica e psichica, tanto che è stata resa necessaria l’alimentazione per via parenterale. Giorni fa, inoltre, al-Bashir è stato colpito da un leggero ictus ed è stato trasportato in ospedale.

Un’altra notizia che sicuramente farà discutere, riguarda le condizioni della cella nella quale si trova al-Bashir. Al suo interno, infatti, c’è una televisione, un condizionatore d’aria, due letti e due poltrone, tutti confort di cui sono sprovviste le altre celle, al-Bashir, anche nella sua condizione, gode di un trattamento privilegiato.

Secondo il giornale “al-Intibah” sembra che le condizioni di salute dell’ex-dittatore siano migiorate, adesso, si attende che riprenda a nutrirsi normalmente.

Come è noto al-Bashir è stato tradotto nel carcere di Kobar a Khartum, dopo la sua destituzione, l’11 aprle scorso. E’ risaputo, inotre, che l’ex-dittatore è indagato per corruzione e riciclaggio di denaro, inoltre, egli possiede enormi somme di valuta estera.

In questo contesto, il consiglio militare transitorio, che guida il Paese dalla destituzione di al-Bashir, ha avviato dei colloqui con i manifestanti che esigono il trasferimento immediato dei poteri ad un governo civile.

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here