Sudafrica: stop agli allevamenti di leoni in cattività

0
325
stop agli allevamenti di leoni

Stop agli allevamenti di leoni: il Sudafrica ha annunciato la sua intenzione di porre fine all’allevamento di leoni in cattività. Sia per la caccia, che per trasformarli in attrazioni turistiche o per vendere le loro ossa nei mercati dell’Asia orientale dove sono rinomati per le loro presunte virtù medicinali.

Quindi: stop agli allevamenti di leoni in cattività?

Il paese, il cui turismo rappresenta il 7% del PIL, vuole promuovere un’esperienza più autentica della fauna selvatica. La decisione è stata presa su indicazioni di un comitato di esperti, che dovrà formulare pareri anche sui controversi allevamenti anche di elefanti, rinoceronti e leopardi, usati per la caccia ma anche per il mercato degli animali domestici.

Le parole della ministra dell’ambiente

“Dobbiamo fermare e abolire la domesticazione dei leoni attraverso l’allevamento. Non vogliamo allevamenti in cattività, la caccia in cattività, la vendita come animali da compagnia dei cuccioli. Una decisione, quella del governo di Pretoria, che si scontra con la ricca lobby degli allevamenti di grandi animali africani. […] La caccia legale e regolamentata delle specie iconiche, secondo precise regole ambientali, continuerà a essere permessa.” Ha concluso Barbara Creecy.


Horti Leonini: nuova apertura al pubblico in Val d’Orcia

Il Re Leone | recensione di un live action con pro e contro