Un fine settimana trionfale sotto tutti i punti di vista, sia sul piano organizzativo che per i risultati sportivi, quello della Associazione Sportiva e Culturale Anthropos di Civitanova Marche ai Campionati Italiani Paralimpici di atletica andati in scena nel weekend al Palaindoor e all’Italico Conti di Ancona.
Ancora una volta il sodalizio civitanovese del Presidente Nelio Piermattei ha mostrato ottime capacità organizzative realizzando una kermesse nazionale senza sbavature, capace di raggruppare ben tre Campionati Italiani in un unico evento: i Campionati Italiani di Atletica Indoor FISDIR, i Campionati Italiani di Atletica Indoor FISPES, entrambi al Palaindoor, e il Campionato Italiano Invernale di Lanci all’Italico Conti.
Un evento patrocinato dal CIP, dalla Regione Marche, dalla Provincia e dal Comune di Ancona. Alla buona riuscita hanno contribuito la FIDAL Marche, la Protezione Civile di Ancona, la Federazione Cronometristi di Ancona, la Croce Verde di Civitanova Marche, la Croce Rossa di Potenza Picena, l’Anpas e i numerosi volontari presenti. E’ stata una due giorni di altissime prestazioni sportive, come confermano i circa 30 record italiani, e grazie anche alla presenza di atleti già a medaglia alle recenti Paralimpiadi di Rio 2017, come Martina Caironi e la stella di casa Assunta Legnante, insieme a molti altri big. Nel complesso il bilancio registrato è di oltre 200 atleti iscritti in rappresentanza di 46 società provenienti da tutta Italia.

L’Anthropos, oltre ad aver allestito i Campionati, era presente con molti dei suoi tesserati tra gli agonisti: 10 per la FISPES e 9 per la FISDIR.
Complessivamente 28 medaglie per il sodalizio Civitanovese con ben 17 titoli Italiani ed 1 Record Italiano.
Nei campionati FISDIR per l’Anthropos: Paola Abbadini (Sant’Elpidio a Mare) fa doppietta nei 400 m e 800 m categoria amatori, Florence Repetto (Pesaro) è Campionessa Italiana nei 60 m piani e medaglia d’argento nei 200 m piani, l’esordiente Gabriele Brengola (Porto Sant’Elpidio) è oro nei 60 m e argento nel getto del peso categoria junior, Federico Mei (Civitanova Marche) è oro nei 3000 m marcia categoria senior; Carlo Corallini (Civitanova Marche) è oro nel salto triplo e bronzo nel salto in lungo categoria senior, l’altro esordiente Adolf Agyemang (Loreto) è argento nei 200 m piani categoria junior, Ruud Koutiki (Maltignano) è oro nei 200 m piani categoria senior, Marco Facchino (Montecosaro) è argento nel getto del peso categoria senior, Alessandro Mattei (Morrovalle) poco fortunato nelle prove individuali, si prende il titolo italiano con la staffetta 4×400 piani (gli altri staffettisti Corallini, Mei e Koutiki), e per chiudere il fantastico oro della staffetta 4×200 piani (Corallini, Mei, Brengola e Koutiki).
Nei campionati FISPES indoor ed outdoor: Francesco Carciofi (Macerata) doppio oro nei 400 m e 800 m piani categoria F13, Federico Belardini (San Severino Marche) oro nel lancio del giavellotto e argento nel getto del peso categoria F54, Assunta Legnante (Potenza Picena) rientra in gara dopo le paralimpiadi e con 15,90 (misura addirittura più elevata di quella che le ha portato l’oro paralimpico) si laurea campionessa italiana getto del peso categoria F11, Lorenzo Baldini (Montegranaro) doppio argento nel lancio del disco e nel lancio del giavellotto categoria F38, Jonatha Riderelli (Recanati) doppio bronzo nel getto del disco e nel getto del giavellotto categoria F37, Bianca Marini (Jesi) doppio oro nei 60 m piani e nei 200 m piani categoria F35, Anna Mencoboni (Pesaro), con la guida Federico Pergolini, oro nei 400 m piani ed argento nei 200 m piani categoria T12, per finire con Stefano Stacchiotti (Filottrano) argento nel salto in lungo e oro, con primato italiano, nei 60m piani categoria T37. Bravi, ma non a medaglia, Luca Caporicci (Tolentino) e Michele Macellari (Civitanova Marche).

Nelio Piermattei (Presidente Anthropos): “Grande soddisfazione personale e di tutta l’Anthropos per l’ennesimo successo organizzativo di grandi eventi sportivi. Il tutto grazie, in particolare, alla Fidal Marche e alle altre associazioni che ci hanno supportato. Un grazie speciale va allo staff Anthropos e alla quarantina di volontari presenti sui campi di gara. Una due giorni di grandi prestazioni sportive, condite da numerosi primati e gare emozionanti, in grado di testimoniare come l’atletica paralimpica stia continuamente innalzando il proprio livello tecnico. Inoltre gli atleti Anthropos presenti si sono disimpegnati in maniera più che ottima con un bottino ragguardevole di medaglie e titoli. Grazie ai ragazzi per il costante mix di impegno e serietà, ma anche ai tecnici per la capacità di prepararli. Ora già guardiamo al futuro. Infatti, era presente ad Ancona per osservare l’evento il responsabile mondiale dell’atletica paralimpica IPC al fine di valutare e concedere a FISPES e Anthropos l’organizzazione del primo evento di lanci invernali IPC. I responsi sembrano essere positivi”.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here