Stellantis chiude SRT, anzi no

Il gruppo smentisce la chiusura del settore ad alte prestazioni di Dodge

0
695
dodge viper 2020 stellantis srt

Stellantis chiude le saracinesche di SRT? La voce è iniziata a circolare in rete e tra gli organi di stampa, dopo che il Gruppo ha annunciato al redistribuzione del reparto ingegneristico tra le risorse umane del Gruppo. Tuttavia, le cose starebbero diversamente. Stellantis ha infatti ribadito che il marchio non è morto ma, anzi, continuerà a sviluppare modelli speciali in futuro. Ma che diavolo è SRT? Cosa ne sarà del suo futuro?

Stellantis, ma cos’è SRT?

Acronimo di Street and Racing Technology, nata nel 1989, è l’antenna prestazionale dei marchi Chrysler, Dodge e RAM, per i quali ha realizzato i modelli più performanti. Il suo primo gioiello, diventato un vero oggetto di culto, è la Viper, la cui produzione è purtroppo terminata nel 2017. Ha poi realizzato le versioni più spinte delle Charger e delle Challenger, capaci di superare gli 800 CV grazie al super prestante motore Hemi Hellcat. Anche la Chrysler 300C ed il pick up Ram hanno usufruito della “cura” SRT, con risultati a volte folli. Come dimenticare il RAM SRT-10 del 2004, equipaggiato con lo stesso dieci cilindri della Viper?


Dodge Viper vende quattro unità nel 2020


Futuro incerto

Con la nascita di Stellantis, la parola d’ordine è di mettere…ordine ai numerosissimi marchi che compongono il gruppo. Nei giorni scorsi si è parlato molto dell’addio di SRT, dopo che il Gruppo ha deciso di trasferire i suoi ingegneri presso tutti gli altri comparti. L’azienda tuttavia smentisce, ribadendo che in futuro vi saranno ancora modelli che portano questo nome. “Tutti gli elementi chiave del reparto ingegneristico SRT sono stati integrati nell’organizzazione ingegneristica globale dell’azienda“, si legge in un comunicato ufficiale. “I loro prodotti hanno deliziato gli appassionati per quasi due decenni, e Stellantis continuerà a vendere e sviluppare la prossima generazione di veicoli Dodge/SRT, così come modelli Jeep e RAM che utilizzano tecnologia SRT ad alte prestazioni“. La pensione può attendere?


Cosa resta di Fiat Chrysler negli USA