Stella Michelin al ristorante più alto del mondo

0
236
Stella Michelin

Stella Michelin per il ristorante giapponese sulla vetta più alta della Svizzera. Esso è situato a 2300 metri sopra il livello del mare.

The Japanese by The Chedi ottiene la sua prima stella Michelin

L’hotel The Chedi ottiene il riconoscimento della stella Michelin grazie al suo secondo ristorante. Grazie a questo evento, ha ricevuto l’epiteto di “ristorante stellato più alto del mondo.” La combinazione di un ristorante che offre pietanza giapponesi sulle alpi, potrebbe sembrare per alcuni azzardata, ma non la pensa in questo modo lo chef. “ In Giappone non mancano i luoghi di montagna, quindi perché no? Inoltre The Chedi Andermatt, ha un pensiero piuttosto orientale.” Esso caratterizza l’hotel mediante il calore dello stile asiatico, in fusione con l’ambiente che lo ospita, quello svizzero. Il fondatore, è un grande appassionato della cucina giapponese e, ha fortemente voluto costruire su queste basi il ristorante.


Stelle Michelin del Friuli: viaggio tra i sapori regionali


Influenze locali e svizzere nella cucina nipponica

Il pensiero che forse, più o meno tutti, si sono fatti, sta proprio nel riflettere sulle materie prime. Anche qui lo chef ha la risposta che cerchiamo. Egli sostiene che non sia affatto un problema farsi recapitare prodotti tipici asiatici. Sebbene qualche difficoltà è stata riscontrata durante l’emergenza sanitaria che ha coinvolto tutto il mondo. Nella valle Orsea, viene allevato un tipo di manzo Wagyu, motivo per cui le materie prime sono di qualità eccellente e controllata.

La cucina viene molto apprezzata sia da chi frequenta l’hotel, che dagli sciatori. Unendo la cucina europea assieme a quella nipponica, si ottiene un risultato estremamente interessante che piace molto. La peculiarità della cucina, è quella di combinare elementi differenti e nuovi per non smettere mai di sperimentare e crescere. Sia gli abitanti del luogo, che quelli di passaggio, come sciatori o per coloro che risiedono in hotel, una pausa gourmet è d’obbligo. Per tale motivo, il menu è stato lievemente adattato ai gusti di tutti, ma la parola d’ordine è d’obbligo: permettere di conoscere la cucina giapponese.