Stefano Zecchi ai “Martedì letterari” con “Anime nascoste”

Domani il primo appuntamento della rassegna letteraria autunnale senremese

0
243

Stefano Zecchi, inaugura domani, 12 ottobre, la stagione autunnale dei “Martedì letterari” al Teatro dell’Opera del casinò di Sanremo. Alle 16.30 l’autore presenterà il suo ultimo libro ”Anime nascoste”. Introducono l’autore Carlo Sburlati e Marzia Taruffi. Le letture sono dell’attore Franco Lasacra. Un titolo che simboleggia l’amore per il bello e l’artistica come viatico al “male di vivere”.


Martedì letterari a Sanremo: ospite Stefano Zecchi


Quali sono gli argomenti del libro di Stefano Zecchi?

Una considerazione dell’autore è emblematica del suo moso di pensare: “Le anime messe a nudo sono sempre miserabili”. Così scaturire il titolo. I protagonisti non si aprono mai fino in fondo per rispettare le proprie scelte di vita e l’autore analizza la voglia di cambiamento e di contestazione. Alla fine degli anni Sessanta c’erano chi voleva, sognando, restaurare i valori della cultura e dello spirito per la rinascita dell’Europa. Gloria, uno dei personaggi, sostiene: “Ricordati che senza valori, miti, eroi non si può sperare di cambiare la società. Soltanto le passioni sconvolgono l’anima dei popoli”. Un racconto che descrive la lotta al conformismo, al benessere materiale privo di ideali di una generazione.

L’autore e i suoi titoli

Stefano Zecchi è nato a Venezia nel 1945 ed è filosofo, opinionista, docente di Estetica all’Università di Milano, saggista. Ha insegnato in prestigiosi Atenei italiani, a Padova, e estere, a Tagore di Calcutta. Autore prolifico, ha vinto il premio “Niccolò Tommaseo” nel 2018 con “L’amore nel fuoco della guerra”. Ha poi ottenuto i riconoscimenti “Acqui storia” con “Quando ci batteva forte il cuore” e “Biblioteche di Roma” con “Rose bianche a Fiume”. Vincitore del Bancarella nel 1995 con “Sensualità”. Ha scritto: “Fenomenologia dell’esperienza”, “Utopia e speranza nel Comunismo”, “La magia dei saggi”, “La bellezza” e “Verso dove?”. Tra i suoi titoli ci sono anche: “Sillabario del nuovo millennio”, “L’artista armato”, “L’uomo è ciò che guarda. Televisione e popolo” e i romanzi “Estasi”, “L’incantesimo” e “Fedeltà”.

La trama di “Anime nascoste”

Lorenzo, un antiquario, ha quasi cinquant’anni quando conosce Barbara, affascinante compositrice di musica per teatro. L’intesa è immediata, e l’incontro fortuito matura pian piano in relazione e la relazione in convivenza. La donna non cancella la memoria del marito, e il protagonista non si libera della presenza meno definita, però ingombrante, di Gloria. Nel momento più doloroso dell’ormai lunga relazione, torna inaspettatamente in scena Gloria, arrestata a Parigi durante un’indagine per omicidio. L’uomo decide di incontrarla per sciogliere i nodi che continuano a fremere nel suo presente. Parte per Parigi, ma il viaggio in treno è l’occasione per ripercorrere la propria vita.

Stefano Zecchi e le contestazioni dei ragazzi del Sessantotto

Da ragazza, la donna con problemi con la legge, era un’anima nevrotica quanto affascinante. Lo trascina, col suo amore avvolgente, nei vortici incandescenti della lotta studentesca e dei suoi tragici sviluppi che sconvolsero un intero Paese.
Stefano Zecchi consegna il ritratto lucido e appassionato di una generazione incendiaria e incendiata. Una una storia di formazione letteraria e politica che racconta in chiave totalmente inedita il Sessantotto, dando voce a una gioventù emarginata e ribelle.
Il 19 ottobre alle 16.30 Heddi Goodrich, per la prima volta ai “Martedì Letterari”, presenta il nuovo libro “L’Americana”.