Stefano Ciaponi e l’adolescenza di “Viaggiatori sognanti”

Il pittore e incisore livornese presenta una selezione di lavori sull'età di passaggio dall'infanzia alla maturità

0
107
Stefano Ciaponi
Stefano CIaponi espone alla Galleria Sartori

Ritorna con una nuova esposizione personale alla Galleria “Arianna Sartori” di Mantova l’artista livornese Stefano Ciaponi. Nella sede di Via Cappello 17 presenta il ciclo di opere “Viaggiatori sognanti”.


Victor Ferraj e la geometria riflessiva alla Galleria Sartori


Chi è Stefano Ciaponi?

L’artista nasce sulle colline livornesi il 15 aprile 1957. Pittore e incisore, insegna la tecnica di disegno all’Accademia di belle arti di Firenze. Il suo amore per la rappresentazione del reale si manifestò fin dall’infanzia e perciò frequenta l’Istituto d’Arte di Lucca. Poi la scuola di specializzazione di Firenze sotto la guida di Farulli e Viggiano. Diventa quindi uno dei maggiori interpreti italiani della riproduzione su superfici con punte e inchiostro. Vince anche il primo premio per miglior studente che ha intrapreso il percorso artistico.

Mostre personali

Nel 1982 ha esposto a Livorno alla Galleria Rotini e allo spazio Re di Quadri. Poi nel 1986 e 1987 ha partecipato a Bari e “Expo arte” con Blue Chips. Gli anni Novanta sono un periodo denso di collaborazioni con la presenza a Artefiera Bologna e la presentazione dei suoi lavori a Milano all’Università Bocconi. Nel 2000 è al Museo delle stampe con l’opera grafica “Artisti della pinacoteca”. Alla Galleria Sztuki Wspòtezesnej propone le sue creazioni a “Arte contemporanea Italiana”, catalogo con testo tradotto di Rossana Bossaglia. Arianna Sartori apprezza il suo talento e lo fa conoscere al pubblico mantovano con “Prove di volo”, “Piccolo volo nel grande cielo”, “Vestire di blu la notte” e “Piccoli voli”. Ciaponi ha un seguito anche in Polonia e Giappone.

L’adolescenza di Ciaponi

Ciaponi è artista visionario, le sue figure di adolescenti sembrano vivere in atmosfere sospese fuori dal tempo. Ignare forse di quegli inganni che la vita sta loro riservando. La sua pittura, gentile e potente allo stesso tempo, ha il sapore di affresco. La sua freschezza ed immediatezza infondono un tocco di struggente poesia”. Tecniche miste, tempere e disegni, si potranno ammirare all’esposizione curata da Arianna Sartori. L’inaugurazione è in programma sabato 15 gennaio alle 16 alla presenza dell’artista. La mostra sarà visitabile fino 3 febbraio 2022.

Immagine da cartella stampa.