Startup di Hong Kong utilizza piastrelle stampate in 3D per aiutare a ripristinare le barriere coralline

0
357

Una startup di Hong Kong sta cercando di aiutare i coralli ad adattarsi ai problemi causati dall’uomo, grazie all’uso innovativo della stampa 3D e della terracotta. In una parte delle acque subtropicali di Hong Kong vivono più specie di coralli che nei Caraibi, ma un tempo la fascia del Mar Cinese Meridionale vantava una bellezza naturale ancora maggiore. “Crediamo che quest’area fosse un paradiso per i coralli”, ha dichiarato a CBS News David Baker, ecologo dei coralli presso l’Università di Hong Kong. “Coloro che sono ancora con noi, appartenenti alla generazione della Seconda Guerra Mondiale, raccontano che l’acqua era cristallina e che c’erano coralli ovunque”. Ma con l’industrializzazione di Hong Kong, il deflusso e l’inquinamento si sono riversati nelle acque.

La Startup di Hong Kong

Baker ha quindi co-fondato Archireef, una startup di eco-ingegneria, per ricostruire il “paradiso perduto”. Il suo team, per la prima volta al mondo, ha stampato in 3D delle piastrelle artificiali per la barriera corallina fatte di terracotta. Sono atossiche e biodegradabili. Il team ha posizionato le piastrelle sul fondo sabbioso di una baia protetta e le ha seminate con coralli vivi, il 95% dei quali è sopravvissuto negli ultimi due anni. Alla domanda su come gli sia venuta l’idea, Baker ha risposto: “Una sera mi sono detto: perché non piastrellare il fondo del mare come faremmo con il pavimento della cucina o del bagno?”. Le piastrelle potrebbero avere un’applicazione globale per l’adattamento dei coralli, con benefici per l’umanità e per la vita oceanica. Le barriere coralline proteggono le case e le attività commerciali, interrompendo le onde distruttive delle tempeste. Più di 1 miliardo di persone dipendono dai coralli, che svolgono un ruolo essenziale nella pesca, nel turismo e persino nella medicina. Gli scienziati prevedono che il 70-90% dei coralli di tutto il mondo scomparirà nei prossimi 20 anni. Archireef si è ora espansa ad Abu Dhabi, dove ha una nuova stampante 3D industriale. “Abbiamo la nostra struttura di eco-ingegneria”, ha dichiarato Vriko Yu, l’altro co-fondatore di Archireef. Yu si è appena trasferito da Hong Kong e intende aiutare anche i coralli a spostarsi. Le acque del Golfo Persico possono raggiungere i 118 gradi e le temperature più elevate possono uccidere. “Possiamo assistere la migrazione per aiutare questi coralli a spostarsi in acque più profonde”, ha detto Yu.Le piastrelle della barriera corallina possono anche aiutare a creare un ponte tra le comunità di coralli isolate e separate a causa delle morie di massa dovute ai cambiamenti climatici.