Star Trek e i suoi insegnamenti: un bacio interrazziale

0
142

Nonostante siamo nel 2019, la discriminazione razziale è, in molti contesti, ancora una delle realtà che affligge il nostro quotidiano e dobbiamo ammetterlo a testa bassa. Parliamo quindi della seconda metà degli anni ’60, un’età che, almeno nella teoria, doveva essere più complicata. Parliamo di un bacio interrazziale, uno tra i primi della storia della tv. Ci stiamo riferendo all’episodio Umiliati per forza maggiore  di Star Trek, andato in onda il 22 novembre del 1968 negli Stati Uniti. Nel nostro Paese, neanche a dirlo, l’episodio fu trasmesso circa 10 anni dopo.

Per amor di verità, è obbligatorio specificare che in realtà prima di questo ci furono altri baci di questo genere. Star Trek, tuttavia, ha avuto una risonanza notevole e per questo, oltre ad essere comunque tra i primi, è considerato anche il più importante.

Il tanto chiacchierato “bacio interrazziale”, o “bacio inter-etnico” coinvolge il famoso Capitano Kirk, interpretato da William  Shatner, e la comandante Uhura, Nichelle Nichols.

Durante l’episodio, l’equipaggio dell’Enterprise si ritrova sul pianeta Platonius (chiamato così poiché gli abitanti seguono gli insegnamenti di Platone) per portare delle cure mediche al loro capo, Parmen. I plutoniani hanno sviluppato dei particolari poteri psichici e, con questi, costringono i loro ospiti-prigionieri a compiere azioni contro la loro volontà: tra queste il bacio tra Kirk e Uhura.

Solo alcuni anni prima, nel 1965, negli Stati Uniti venivano promulgate delle leggi contro la discriminazione razziale, tuttavia i risultati e i cambiamenti sono tutt’oggi ancora lontani da una definitiva risoluzione.

Diciamo con orgoglio che Star Trek, magari non fu il primo, ma aiutò sicuramente l’opinione popolare ed impose la sua posizione verso ciò che dovrebbe essere ritenuto da tutti “normale”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here