Led Zeppelin
Led Zeppelin

Stairway to Heaven è la canzone, con molta probabilità, più conosciuta di tutta la discografia dei Led Zeppelin, più che altro la più “commerciale”, che uscì nel 1971.

Molto probabilmente la leggenda che gira intorno a questa canzone l’ha resa ancor più famosa, soprattutto perché, non tutti sanno, della passione che i Led Zeppelin hanno per un certo tipo di argomenti.

Infatti non fanno mistero i vari componenti della band, Jimmy Page, Robert Plant, John

Jimmy Page
Jimmy Page

Paul Jones e John Bonham, dell’interesse verso l’occulto.

Ma da cosa nasce la leggenda?

Innanzi tutto il pezzo è molto complesso, sia per la parte tecnica che nel testo, l’immagine di Stairway to Heaven non è una ascesa al paradiso, ma esaminandola bene si nota che è una sorta di discesa negli inferi. E l’angelo seduto a metà scala? È forse Lui? L’angelo caduto alias Lucifero?! È un enigma.

Inoltre la leggenda che ascoltando la canzone al contrario si possano sentire frasi “veneratorie” verso Satana.

Ma è vero tutto ciò? Personalmente ho fatto molte ricerche trovando dei file audio che dimostrerebbero che alcune frasi della canzone effettivamente al contrario inneggino a Satana.

Ecco alcuni esempi:

Casa di Loch Ness ailester Crowley acquistata da Jimmy Page.
Casa di Loch Ness ailester Crowley acquistata da Jimmy Page.

“There’s a feeling I get” al contrario la frase si trasformerebbe in “I’ve got to live for Satan”

“It’s a spring clean for the May-Queen…” al contrario si può sentire “Here’s my sweet Satan, the only one whose…”

Ed ancora:

“There’s still Time” diventa “Here’s my sweet Satan”

“It’s just a spring” si può sentire “Six Six Six”.

Un altro elemento di discussione sarebbe la frase: “Theres a sign on the wall But she wants to be sure cause you know sometimes words have two meanings”, come per instillare il dubbio che ciò che si sta ascoltando non è quello ma qualcosa di molto diverso, o meglio, vi è un doppio significato.

Il punto focale che può convincere del fatto che, Stairway to Heaven, sia un inno a Satana è anche il legame di Jimmy Page con Aleister Crowley (capo del movimento di un nuovo filone satanista).

Che legame c’è fra i due? Jimmy Page acquistò la casa di Aleister Crowley, quella situata sulle rive del lago Loch Ness sulle Highlands scozzesi.

La famosa casa è protagonista di ricche leggende, la più gettonata è quella che narra di una strana melodia provenire da questa abitazione e che molti riconoscono come “Stairway to Heaven”.

Inoltre Jimmy Page ha acquistato anche una libreria che tratta solo libri esoterici e di occultismo in generale.

Una melodia così dolce, così pregna di significato, una metafora di vita in realtà rivela un’anima oscura e dedita alla perdizione.
Che sia stato questo collegamento con il maligno a far si che questa canzone si presenti come un gran capolavoro complesso e attraente? Oppure è solo un modo per rendere ancor più intrigante non solo la canzone ma anche i componenti del gruppo? E le frasi che ascoltate al contrario rivelano significati opposti? Beh, per quest’ultimo aspetto una spiegazione logica c’è, ore ed ore di lavoro per poter inserire le frasi al contrario che, un bravo esperto sa sicuramente come fare.

Ma la questione in generale rimane insoluta, il testo è criptico senza che vi sia la necessità di sentirlo al contrario, la copertina aiuta a farci venire questi dubbi e…a volte è anche bello ed emozionante credere che ci sia qualcosa di ultraterreno, qualunque esso sia o qualunque cosa sia, a dar vita a dei grandi capolavori.

Ascoltare musica senza influenze esterne è il miglior modo per godere delle note magari ad occhi chiusi.

Musica Maledetta prima parte: Nicolò Paganini ed il patto col demonio.

Musica Maledetta 2: La maledizione della nona sinfonia e la numerologia

Musica maledetta 3: Rosemary Brown e la Musica dall’aldilà

Musica Maledetta 4: Verdi e l’opera innominabile

 

Commenti