Sri Lanka: petrolio russo per alleviare le carenze

0
415
Sri Lanka: Wickremesinghe eletto nuovo presidente

Lo Sri Lanka è alle prese con una delle peggiori crisi economiche. I cittadini ogni giorno devono lottare per procurarsi cibo, medicine e carburante. Il governo dello Sri Lanka ha ora annunciato che ha ottenuto il petrolio russo per alleviare le carenze. L’annuncio dell’acquisto del petrolio russo arriva mentre l’Unione europea sta valutando la possibilità di approvare un nuovo round di sanzioni contro la Russia, compreso l’embargo del petrolio. Il petrolio russo è già soggetto a un embargo statunitense.

Sri Lanka: in arrivo il petrolio russo?

Continua la grave crisi economica in Sri Lanka, dove ormai da mesi mancano i beni essenziali, compreso il carburante. Il paese, a corto di liquidità, ha ora ottenuto il petrolio russo per alleviare le carenze. Il ministro dell’Energia, Kanchana Wijesekera, ha affermato che lo Sri Lanka ha preso in consegna una partita di petrolio russo per riprendere le operazioni nell’unica raffineria del paese. Il governo dello Sri Lanka è in trattative con Mosca per organizzare forniture dirette di greggio, carbone, diesel e benzina nonostante la Russia sia soggetta a numerose sanzioni Occidentali. “Ho fatto una richiesta ufficiale all’ambasciatore russo per forniture dirette di petrolio russo“, ha detto Wijesekera ai giornalisti.

La grave crisi economica

La crisi economica sta rendendo la vita impossibile ai cittadini dello Sri Lanka, che da mesi scendono in piazza per protestare contro il governo, secondo loro responsabile dell’accentuarsi della crisi. I cittadini sono costretti a ore di attesa e talvolta anche giorni per riuscire ad ottenere scarse forniture di benzina e gas da cucina. I cingalesi sono anche alle prese con una grave carenza di cibo e medicine, un’inflazione record, che il mese scorso è stata del 33,8% su base annua e che alcuni esperti affermano che possa raggiungere il 122% su base annua, e lunghi blackout giornalieri. Lo Sri Lanka è anche andato in default del suo debito estero di 51 miliardi di dollari. Inoltre, il governo ha posto fine alle sovvenzioni al carburante, aumentando i prezzi a livelli record. I prezzi del diesel sono aumentati del 230% e la benzina del 137% negli ultimi sei mesi. Il Fondo Monetario Internazionale ha dichiarato di essere impegnato ad aiutare lo Sri Lanka. Tuttavia ha sottolineato che qualsiasi programma di aiuti sarà subordinato a garantire che il debito insostenibile della nazione possa essere gestito.


Leggi anche: Sri Lanka: presidente dichiara lo stato di emergenza

Sri Lanka: Wickremesinghe diventa primo ministro per la sesta volta