Sri Lanka: la Cina è pronta ad inviare aiuti economici

0
501
Soldati dello Sri Lanka fanno incursione nella segreteria presidenziale

Lo Sri Lanka è alle prese con la sua peggiore crisi economica da decenni. Il paese ha carenza di cibo, carburante e medicine. La Cina ha affermato di essere pronta ad aiutare lo Sri Lanka. Pechino starebbe valutando la possibilità di offrire una linea di credito di 1,5 miliardi di dollari al paese dell’Asia meridionale.

La crisi economica in Sri Lanka: cosa sta succedendo?

Lo Sri Lanka sta attraversando una delle sue peggiori crisi economiche. Il paese deve rimborsare circa 6,9 miliardi di dollari di debito quest’anno. Tuttavia le sue riserve in valuta estera sono di circa 2,31 miliardi di dollari, in calo di circa il 70% rispetto a due anni fa. Lo Sri Lanka sta anche lottando per effettuare pagamenti per le importazioni di beni essenziali come carburante e medicinali. Di conseguenza, a causa della mancanza di carburante si verificano numerose interruzioni di corrente a livello nazionale. Ma non è tutto. In tutto il paese ci sono gravi carenze di cibo e farmaci e il governo ha introdotto il razionamento di latte in polvere, zucchero, lenticchie e riso. Lo Sri Lanka ha anche dovuto annullare gli esami per milioni di studenti perché è finita la carta e il governo non ha i soldi per garantirne le importazioni. Nei giorni scorsi si sono verificare numerose proteste contro la crisi economica.   

La Cina pronta ad aiutare

Il governo ha chiesto aiuto al fondo monetario internazionale per risolvere la crisi economica. Ora, secondo quanto riferito da Reuters, la Cina sarebbe disposta a correre in aiuto allo Sri Lanka. Pechino starebbe infatti valutando la possibilità di offrire una linea di credito di 1,5 miliardi di dollari allo Sri Lanka. Secondo un alto funzionario cinese la decisione sarà presa a breve.  L’ambasciatore cinese in Sri Lanka Qi Zhenhong ha detto ai giornalisti che le due parti stavano anche discutendo un prestito separato fino a 1 miliardo di dollari che il governo dello Sri Lanka aveva richiesto. Qi ha anche riferito che il 18 marzo la China Development Bank ha offerto allo Sri Lanka un prestito di 500 milioni di dollari.  A gennaio, il presidente dello Sri Lanka, Gotabaya Rajapaksa aveva chiesto alla Cina di aiutare a ristrutturare il rimborso del debito quando aveva incontrato il ministro degli Esteri cinese Wang Yi.


Leggi anche: Somaliland: la Cina non può dettare legge su Taiwan