Sri Lanka: i cittadini in cerca di una vita migliore

0
397
Soldati dello Sri Lanka fanno incursione nella segreteria presidenziale

I cittadini dello Sri Lanka vogliono fuggire dal paese in cerca di una vita migliore. Davanti al Dipartimento per l’immigrazione e l’emigrazione si sono formate lunghe code. Molti cingalesi attendono in fila per diversi giorni il loro passaporto. I cittadini, stanchi della crisi economica e dalla inefficienza del governo, cercano un futuro all’estero.

Sri Lanka: i cittadini fuggono in cerca di una vita migliore?

I cittadini dello Sri Lanka, distrutti dalla crisi economica, cercano di emigrare in cerca di una vita migliore. Molti cingalesi si sono recati alla sede del Dipartimento per l’immigrazione e l’emigrazione sperando di ottenere un passaporto per poter lasciare il paese. Diversi cittadini hanno raccontato che sono rimasti in fila per giorni per cercare di ottenere il passaporto. Molti hanno detto di aver fatto domanda di lavoro in Kuwait. “In Sri Lanka non c’è lavoro, non c’è il gas neanche per cucinare e il costo del cibo è salito alle stelle. Il lavoro è ormai impossibile da trovare e gli stipendi sono molto bassi”, ha affermato una donna che era in fila davanti al Dipartimento. Per molti in Sri Lanka ormai non c’è più un futuro.

Secondo quanto riferito dai funzionari del Dipartimento, nei primi cinque mesi del 2022, lo Sri Lanka ha emesso 28.645 passaporti rispetto ai 91.331 dello stesso periodo dell’anno scorso. Un alto funzionario ha affermato che i membri del personale del Dipartimento sono esausti nel tentativo di soddisfare le numerose domande di passaporti. Secondo il funzionario, almeno 3.000 persone al giorno presentano domanda per ottenere il passaporto. La corsa al passaporto è aumentata dopo che il primo ministro, Ranil Wickremesinghe, ha avvertito che tra pochi mesi il paese dovrà affrontare anche una crisi alimentare senza precedenti.


Leggi anche: Sri Lanka: petrolio russo per alleviare le carenze