Sputnik V: perché Vladimir Putin non si vaccina?

Il presidente russo sembra scettico nei confronti nel vaccino

0
428
Putin avverte NATO

Lo stesso presidente che ha incoraggiato i russi a credere che lo Sputnik V sia sicuro sembra non essere intenzionato a vaccinarsi. Sono molte le persone, dalla Russia e non, che fanno notare quello che sembra un atto di scetticismo da parte di Vladimir Putin. La domanda, per molti, è spontanea: perché Putin non si vaccina?

Sputnik V: solo il 30% dei cittadini russi intende sottoporsi alla vaccinazione

Secondo un recente sondaggio rilasciato dal Levanda Center, la fiducia dei cittadini russi del vaccino contro il coronavirus Sputnik V è molto bassa. I cittadini disposti a sottoporsi alla vaccinazione, infatti, corrispondono a circa il 30%. Si tratta di una percentuale molto bassa se confrontata con la stima delle persone che dichiarano di non aver paura di contrarre il Covid-19, pari a circa il 56%. Le motivazioni di tutti i russi sono molteplici. C’è chi afferma di essere scettico per la scarsa fiducia nelle istituzioni, altri ancora sostengono invece che il virus non va percepito come un’emergenza sanitaria. Tuttavia, sembrano essere molti anche i cittadini che si domandano perché debbano sottoporsi alla vaccinazione, dal momento che nemmeno Putin ha ricevuto la dose di Sputnik V. La domanda che in tanti si pongono è la seguente: perché il presidente Vladimir Putin non si vaccina?

Perché Putin non si vaccina?

Quando la Russia aveva approvato il vaccino Sputnik V, Putin lo aveva definito “il miglior vaccino al mondo”. Nel corso di una delle prime conferenze stampa relative alla campagna vaccinale, il presidente aveva assicurato che Sputnik è sicuro, in quanto sua figlia Maria si era già sottoposta alla vaccinazione e stava bene. Un’opinione in netto contrasto con quello che sembra essere un atto di scetticismo da parte di Putin nei confronti del vaccino russo contro il coronavirus. Ed è proprio questo comportamento che suscita molte perplessità.

Gli ultimi dati nazionali sulla campagna vaccinale in Russia risalgono al 13 gennaio, con quota un milione di cittadini russi vaccinati. Tra i cittadini non vaccinati risulta proprio anche il presidente Putin, il quale sostiene che i medici glielo abbiano sconsigliato perché deve fare ancora le profilassi contro influenza e pneumococco. Questa affermazione sembra tuttavia convincere poco le persone, dalla Russia e non. Putin ha affermato che forse si sottoporrà alla vaccinazione con Sputnik V verso la fine dell’estate.


Leggi anche: Scienziati russi criticano vaccino Sputnik V