Split – un capolavoro di tensione e recitazione | trama e recensione

"Split" è sicuramente uno dei thriller più particolari e meglio riusciti degli ultimi anni. Ecco a voi tutto ciò che serve sapere sullo stupefacente film...

0
2395

“Split” è un film thriller psicologico del 2016, diretto e sceneggiato da M. Night Shyamalan e liberamente ispirato alla storia del criminale e psicopatico Billy Milligan (QUI PER APPROFONDIRE). Il cast include uno straordinario James McAvoy nel ruolo del pericoloso psicopatico e le attrici Anya Taylor-Joy, Jessica Sula, Haley Lu Richardson e Betty Buckley negli altri ruoli principali. Lo stesso regista ha successivamente girato un sequel del film intitolato “Glass”, un’operazione che connette il film ad un’altra sua opera precedente, “Unbreakable”: le tre opere sono dunque parte di una vera e propria trilogia.

TRAMA: Casey è una ragazza impopolare e tenuta in disparte ma, per una volta, può condividere un’esperienza con due delle più “fighe” della scuola: l’essere rapita da un pericoloso maniaco, che presenta un disturbo della personalità così intenso da avere numerosissime personalità differenti per sesso, età e molte altre caratteristiche; nel subentrare, queste personalità riescono a donargli caratteristiche fisiche leggermente diverse. La personalità suprema, tuttavia, non si è ancora manifestata: essa è la più pericolosa di tutte e le ragazze devono riuscire assolutamente a fuggire prima che si manifesti.

Valutazione “Split” – recensione del film

“Split” è un film molto intrigante già per via della sua trama di base, la quale pone tuttavia un obiettivo non da poco: trovare un attore che sia in gradi di interpretare una trentina di ruoli in uno, di passare in maniera repentina da l’uno all’altro, di dare prove fisiche di altissimo livello davanti alla macchina da presa. La scelta del regista ricade su James McAvoy, e la decisione si rileva molto saggia: attore stupendo ed immensamente talentuoso, James esegue una delle migliori performance recitative del corrente decennio con un ruolo difficilissimo, trasformandosi nella principale chiave di successo del film – dopo la sua stessa sinossi, ovvio. Ottimo anche il resto del cast, ed in particolar modo la protagonista femminile Anya Taylor-Joy, interprete di un personaggio profondo che dimostrerà come gli effetti dei traumi non siano gli stessi per tutti.

Dal canto suo, anche Shyamalan fa un ottimo lavoro per la quasi totale durata del film: sceneggiatura e regia sono impeccabili nei momenti d’azione – in quelli in cui deve emergere la crudeltà della vicenda, nei flashback e nel mostrare i pensieri di Casey; in questi momenti il ritmo di “Split” è perfetto, capace di valorizzare la storia in tutto e per tutto. Un errore viene tuttavia compiuto nel dare eccessivo spazio ai momenti di spiegazione della patologia di cui lo psicopatico protagonista è effetto: “spiegoni” lunghissimi non sono certo un qualcosa che va d’accordo con film incalzanti come questo, e tali attimi di saccenza dopo un po’ scocciano. Questo aspetto viene tuttavia perdonato alla luce di tutto il resto: “Split” è davvero un film meritevole, che tutti gli amanti dei thriller psicologici dovrebbero guardare.

Di seguito il trailer di “Split”. Il film è disponibile in streaming sulle piattaforme Rauken TV, Chili, iTunes, Google Play, YouTube, Tim Vision.

Commenti