Spinaci accusati di essere doping: l’effetto Braccio di Ferro è reale

0
1389
spinaci
Gli spinaci sono considerati doping

Da uno studio condotto dall’università tedesca di Farmacia è risultato che gli spinaci uniti ad un giusto allenamento incrementerebbero la forza dell’atleta. Insomma, l’effetto Braccio di Ferro esiste davvero

spinaci

La maggior parte di noi è cresciuta con una sola immagine collegata agli spinaci: Braccio di Ferro. Al marinaio infatti bastava mangiare una scatoletta di spinaci per diventare forte a tal punto da riuscire a sconfiggere ogni pericolo. Una sorta di pozione magica che in realtà sembrava servire solo a madri e nonne per raggirare i bambini durante l’ora della pappa, assicurandogli un futuro in pieno stile Braccio di Ferro se solo si fossero lasciati andare a quel contorno tanto temuto.

Insomma, della semplice verdura che mai si paragonerebbe ad un qualsiasi integratore o sostanza capace di alterare la forza degli atleti tanto da essere inserita nella lista antidoping. Eppure, sembrerebbe proprio questo il destino degli spinaci.

Gli spinaci contengono un anabolizzante naturale

Maria Parr, ricercatrice dell’istituto di Farmacia alla Freie Universitaet di Berlino, ha ritenuto che gli spinaci debbano essere considerati doping. Questo perché, a quanto pare, gli spinaci conterrebbero Ecdysterone. La sostanza è nota alle aziende che producono integratori per gli sportivi ed è considerata come un anabolizzante naturale. La ricerca sarebbe stata attuata in collaborazione con il laboratorio antidoping di Roma guidato da Francesco Botrè, tra gli autori della pubblicazione.

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, nella ricerca supportata dall’Agenzia mondiale antidoping, è stato somministrato a 46 atleti un placebo o la sostanza ecdysterone durante una sessione di allenamento con i pesi di 10 settimane. Da quanto è risultato parrebbe che chi l’ha utilizzata abbia avuto un aumento di forza triplo rispetto al gruppo placebo.

Gli esperimenti sostenuti dall’università tedesca avrebbero quindi confermato che l’assunzione degli spinaci migliorerebbe le prestazioni in maniera molto significativa se uniti ad un adeguato allenamento. Ed ecco dunque che quell’immaginario mondo di Braccio di Ferro non sembra poi così lontano e così immaginario.

Ma non è tutto. I ricercatori tedeschi avrebbero proposto alla Wada – agenzia mondiale antidoping – di mettere fuori legge gli spinaci inserendoli nella lista delle sostanze vietate agli sportivi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here