Spina dorsale di balena trovata in Australia: è mistero sulla specie

0
265
Australia: trovata spina dorsale di balena intatta.

Circa due settimane fa in Australia è stata fatta una scoperta piuttosto insolita, intorno alla quale gli esperti stanno ancora effettuando una serie di studi per provare a fare maggiore chiarezza. Si tratta di una enorme spina dorsale di balena di cui, però, al momento non è stata individuata la specie. Tony Hancock di Merimbula è stato il primo ad imbattersi nelle ossa ancora intatte del mammifero e ha raccontato la sua esperienza ad ABC News. I resti si trovavano sulla spiaggia di Wonboyn, nella riserva naturale di Nadgee nel Nuovo Galles del Sud.

L’uomo ha spiegato che si è accorto che c’era qualcosa di strano quando è arrivato in zona, ma in un primo momento non ha notato i resto ossei, ma ben altro. Ha detto infatti che c’era un cattivo odore, come se nelle vicinanze ci fosse «qualcosa di veramente putrido». A questo punto, seguendo la sgradevole scia, ha avvistato la carcassa della balena e ha capito che era da lì che proveniva il fetore dovuto quasi certamente alla carne ormai andata in decomposizione.

Le ossa di megattera rinvenute sulla spiaggia australiana.

Immediatamente è stato informato del ritrovamento il National Parks and Wildlife Service (NPWS) che si trova proprio nel Nuovo Galles del Sud. Gli studiosi si sono recati sul posto per analizzare i resti dell’animale e capire quali tecniche approntare per spostare le gigantesche e pesanti ossa della spina dorsale. Allo stesso tempo, le autorità locali hanno invitato i cittadini a non toccare e a non rimuovere alcun frammento osseo. Un portavoce di NPWS ha infatti ricordato che non c’è alcun problema nell’avvicinarsi per guardare, mentre è vietato sia per motivi igienici che legali provare a portarsi via una parte dello scheletro della balena.

Scozia, scheletro gigante in spiaggia: dinosauro o mostro di Loch Ness

Questi mammiferi marini infatti sono specie protetta in base alla legge sulla conservazione delle biodiversità e di conseguenza commette reato chiunque cerchi di entrare in possesso di «qualsiasi parte di una balena».

Australia, spina dorsale di balena: non è ancora chiaro a quale specie appartenga

Tony Hancock ha rivelato che finora non aveva mai visto da vicino delle vertebre di balena non solo così mastodontiche ma anche intatte. Guardando i resti, ha avuto l’impressione come se gli squali si fossero nutriti della carne dell’animale per poi abbandonarlo alla corrente del mare che l’avrebbe portato sulla spiaggia. Ad ogni modo, continua a chiedersi cosa possa essere successo, perché è indubbiamente strano trovare soltanto le ossa senza la carcassa intera del mammifero che magari è morto da poco.

Resti di balena: le persone possono guardare ma non toccare.

David Donnelly, uno dei ricercatori del Dolphin Research Institute, ha dichiarato che dai primi esami delle foto scattate sul posto, sembra che la spina dorsale possa avere una lunghezza di circa 10 metri e potrebbe appartenere a sette specie differenti di balene. Lo studioso ad ABC ha detto anche che sulle ossa ci sono ancora dei brandelli di carne che dovrebbero consentire di prelevare alcuni campioni di tessuti per risalire al DNA. Ha evidenziato che ogni vertebra dovrebbe pesare circa 10 chili e perciò non è stato ancora possibile spostare in un museo o in un centro di ricerca l’intera carcassa. Infine ha ammesso che questo tipo di ritrovamento sulla terraferma non è affatto comune.

In un secondo momento, il NPWS ha comunicato che effettivamente è stato possibile portare in laboratorio alcuni resti per studiarli e provare così ad estrarre il DNA dell’animale per capire a quale specie di megattera sia appartenuta la spina dorsale arenatasi a Wonboyn Beach.

Commenti