Spider-Man Far From Home arriva al cinema

0
416

Spider-Man Far From Home, sequel di Spider-Man Homecoming, è finalmente al cinema. Diciamocelo, dopo Avengers: Endgame avevamo nuovamente bisogno dei nostri supereroi preferiti e nessuno è capace di sanare una vecchia ferita meglio del nostro amichevole Spider-Man di quartiere.

Dopo Endgame

Endgame ci ha lasciati con un grande vuoto, dopo che «la Terra ha perso il suo miglior difensore», come ha detto una volta Capitan America. E ora? Cosa succede? Peter Parker è tornato a scuola, alla vita di tutti i giorni, alla normalità. Ma quanto può definirsi normale la vita di Spider-Man? Sarà forse lui l’erede del filantropo, miliardario, playboy Tony Stark? Sarà forse lui il nuovo Iron Man? Il peso di una responsabilità del genere grava sul ragazzo che dovrà ora essere agile non solo tra i grattaceli ma anche nello svincolarsi tra amici e vita sentimentale.

Spider-Man dal film Avengers Infinity War

La teoria del multi-verso

Ecco infatti nuove minacce all’orizzonte, nuove conseguenze: utilizzare le gemme dell’infinito ha cambiato il mondo in cui viviamo, creando forse nuovi universi paralleli. La teoria del multi-verso era già stata esposta nel film d’animazione del 2018 e basato sul Ragnoverso della Marvel Comics: Spider-Man un nuovo Universo. Il protagonista Miles Morales diventa una sorta di nuovo Spider-Man in seguito alla morte del Peter Parker del suo mondo; grazie ad “altri” Spider-Man provenienti dai loro rispettivi universi, Miles riesce a sventare i piani del perfido Wilson Fisk/ Kingpin che forse i più appassionati ricorderanno come il nemico della serie Netflix Daredevil.

Tom Holland

Un nuovo protagonista

Ricordiamo che questa versione cinematografica di Spider-Man, interpretato dal talentuoso Tom Holland, è la terza versione dopo quella del 2002 di Toby Maguire e quella del 2012 di Andrew Garfield. Negli anni molti attori importanti hanno affiancato il protagonista: stiamo parlando di personaggi del calibro di Willem Dafoe, James Franco, Kirsten Dunst, Emma Stone, Dane DeHaan, Zendaya; ora è la volta di Jake Gyllenhaal.

Jake Gyllenhaal

Jake interpreta Mysterio, alias di Quentin Beck che nei fumetti è in realtà un supercriminale. Egli non è dotato, sempre seguendo il filone fumettistico, di particolari poteri se non contiamo la sua intelligenza e l’avanzata tecnologia che sfrutta per i suoi scopi. La sua prima apparizione risale al 1964 in Amazing Spider-Man #13.

Il regista Jon Watts ha scelto di rappresentare un personaggio che ancora non aveva mai visto la luce nel grande schermo, dopo le svariate versioni di Goblin era decisamente ora.

Non ci resta ora che farci stregare da un personaggio amato dai bambini quanto dagli adulti: Spider-Man è un simbolo, colui che forse ci accompagnerà dalla Fase 3 verso la Fase 4 di questo meraviglioso MCU (Marvel Cinematic Universe).

Il nostro amichevole Spider-Man di quartiere ci aspetta al cinema.

Commenti